Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

venerdì 14, dicembre 2018

Torna in su

Cima

Nessun commento

2018: l’anno dei semafori contasecondi

2018: l’anno dei semafori contasecondi

| il 03, gen 2018

Nel 2018 potremmo assistere alla comparsa dei contasecondi su molti semafori delle strade italiane. Dal 19 dicembre 2017, infatti, sono in vigore le disposizioni previste dal Decreto del 27 aprile 2017 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che finalmente regolano l’omologazione e l’installazione dei cosiddetti sistemi “countdown”, introdotti nel lontano 2010 con le modifiche al Codice della Strada previste dalla Legge 120. Non si tratta, a dire il vero, di una novità assoluta perché alcuni di questi dispositivi sono in sperimentazione da quattro anni, in varie città: quelli non rispondenti alla normativa approvata dovranno essere adeguati alle regole che prevedono l’indicatore del tempo sopra il rosso. I contasecondi sono una realtà già in diversi Paesi europei. E’ il caso, in proposito, di ricordare che il Codice della Strada, al comma 10 dell’articolo 41 prevede che con il giallo “i veicoli non possono oltrepassare gli stessi punti stabiliti per l’arresto (…), a meno che vi si trovino così prossimi (…) che non possano più arrestarsi in condizioni di sufficiente sicurezza (…)”. Infine, i contasecondi potrebbero rivelarsi utili nella lotta allo smog e per velocizzare il traffico: con il rosso, per esempio, eviteranno che per eccessiva ansia gli automobilisti tolgano troppo in anticipo il piede dalla frizione, per riavviare il motore delle auto dotate di start&stop. Ai più distratti, invece, saranno d’aiuto a prepararsi per tempo a inserire la prima marcia per ripartire.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...