Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

mercoledì 20, settembre 2017

Torna in su

Cima

Nessun commento

A Bologna nuova modalità di comunicare

A Bologna nuova modalità di comunicare

| il 08, gen 2014

Il 19 dicembre  scorso, nell’ambito di quella che può essere definita una “nuova modalità di comunicare”, UNASCA ha voluto incontrare a Bologna i titolari delle autoscuole dell’Emilia Romagna.

La serata organizzata dal Coordinatore Regionale Stefano Galletti, ha visto la presenza come relatore del componente della Segreteria Nazionale Cesare Galbiati e la partecipazione attenta di oltre 40 colleghi provenienti dalla provincia di Piacenza, Ferrara, Forlì e naturalmente Bologna. Nel corso delle oltre 3 ore di incontro sono stati trattati molti argomenti tra cui: la nuova modalità per il rinnovo patenti, lo stato dell’arte per l’adeguamento del parco veicolare (con riferimenti al nuovo art 317), l’applicazione dell’esame in 3 fasi, l’informatizzazione dell’esame di teoria per tutte le categorie di patenti ma anche e soprattutto si è informato i partecipanti su quelli che sono gli obiettivi programmatici e la politica associativa di UNASCA per il 2014.

Con un occhio attento ai problemi del momento si è cercato di  far percepire quanto sia importante unire i propri sforzi ed essere rappresentati da una associazione forte

Con un occhio attento ai problemi del momento (congiuntura economica, calo demografico novità normative, ecc.) si è cercato di  far percepire quanto sia importante unire i propri sforzi ed essere rappresentati da una associazione forte, che ascolta i propri associati e cerca di trovare soluzioni che individualmente ciascuno di noi non potrebbe trovare (tra cui, a livello nazionale, il confronto con il legislatore, la partecipazione ai tavoli tecnici, sconti e convenzioni per l’acquisto di forniture/servizi  e a livello locale invece la possibilità di gestire i rapporti con le PP.AA. , confrontarsi e coordinarsi per affrontare e risolvere  problemi del territorio).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...