Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

sabato 18, novembre 2017

Torna in su

Cima

Nessun commento

Buon anno, con coraggio, determinazione e verità.

Buon anno, con coraggio, determinazione e verità.

| il 23, dic 2014

La ripresa economica arriverà.

Almeno è questo che ci dicono le ultime stime del Centro studi di Confindustria, secondo cui il Pil italiano chiuderà il 2014 con un calo dello 0,5%, per poi cominciare la risalita nel 2015 con un +0,5%, per proseguire nel 2016 con un +1,1%. Ma non è tutto oro colato, perché i redditi delle famiglie italiane sono ai livelli di diciassette anni fa. E il principale ostacolo rimane l’incertezza del futuro. Come si pone Unasca rispetto a questo quadro, rispetto ai numeri negativi che anche il Censis, non più tardi di un mese fa, ha dato sul rapporto tra gli italiani e l’auto?

Unasca ha lavorato anche quest’anno, per opera dei suoi Segretari nazionali e del suo direttivo, per apportare quelle modifiche e contribuire a quelle riforme di cui non solo la nostra categoria, ma l’intero Paese necessita. Meno burocrazia, meno costi, maggior tutela degli operatori: non ci stancheremo mai di mettere in evidenza che questi sono i pilastri che reggono il nostro lavoro di Associazione.

Molti addetti ai lavori oggi soffrono non solo per la crisi economica, ma perché nella crisi dilagano fenomeni di illegalità che affossano il bene e il buono che facciamo ogni giorno. Una buona economia e una altrettanto sana sicurezza dipendono anche da questo. Non si possono più sostenere le concorrenze sleali delle istituzioni medesime, le gravosità delle imposizioni fiscali, ma soprattutto non si può sostenere che al dialogo con la politica non corrisponda una chiara azione della politica medesima.

Oggi Unasca è sempre di più il punto di riferimento di una categoria martoriata nel tempo e dalle difficoltà di una classe politica che al contrario dovrebbe essere maggiormente attenta alle richieste e alle proposte che vengono fatte non tanto e non solo per tutelare una categoria, ma anche e soprattutto per contribuire all’ammodernamento reale del Paese intero. Il governo Renzi ci sta provando, lo sappiamo: la speranza è che il lavoro fatto con impegno quest’anno non si disperda, ma trovi sempre di più risposte da parte delle istituzioni. Stiamo pretendendo azioni con la “a” maiuscola, stiamo avanzando affinchè la politica piccola e miope diventi di nuovo grande e acuta nella vista dei bisogni nostri e di tutto il nostro Paese. Ci vuole coraggio, determinazione e verità. Unasca come sempre c’è.

Aspettiamo al varco gli altri.

Vincenzo Cannatella
Presidente Unasca

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...