Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

venerdì 24, novembre 2017

Torna in su

Cima

Nessun commento

Che i prossimi 50 anni siano forti e determinanti.

Che i prossimi 50 anni siano forti e determinanti.

| il 20, feb 2017

Ci siamo. E Cinquanta son mica pochi, anzi. Quanto tempo, quante persone a far correre questa macchina per tutti questi anni, quanta “responsabilità”.

Ecco. La responsabilità. È su questa parola che voglio concentrare queste poche righe. Responsabilità mia, nostra, di ognuno di noi. Responsabilità nei confronti di un mondo, quello delle autoscuole e degli studi di consulenza automobilistica, che ha bisogno di entusiasmo.

Quando parliamo dei grandi che hanno contribuito alla vita della nostra Associazione in modo determinante, senza voler escludere o dimenticare alcuno, faccio solo due nomi: Solci e Pignoloni.

Cosa salta immediatamente all’occhio? Il loro entusiasmo, la determinazione, la forza di quel carattere che noi tutti abbiamo amato, la responsabilità.
Noi tutti, oggi, abbiamo questa responsabilità. L’hanno assunta i nostri Segretari nazionali con i nostri dirigenti, la devono assumere i nostri soci. Oggi festeggiamo cinquant’anni. Vi invito a fermarvi un secondo per riflettere sul significato di questa celebrazione. Avete una vaga idea di quanto le nostre battaglie siano state determinanti per la semplificazione della vita del cittadino? Avete una vaga idea di quanto lavoro questa associazione abbia macinato per essere riconosciuti e apprezzati professionalmente in ogni ambito?

Io, personalmente, sono fiero di questo passato, e sono curioso di vedere il futuro. Non entro nelle dinamiche politiche degli avvenimenti di questi mesi, ma se oggi siamo qui, ancora una volta, a riaffermare con forza il valore determinante che assume la nostra Associazione per la società civile, significa che questa Unasca, magari piccola, magari artigianale, magari migliorabile è di fatto un punto di riferimento essenziale nel rapporto tra Pubblica Amministrazione e cittadino. In altre parole: se non ci fossimo noi, saremmo certamente molto indietro.

Allora voglio richiamarvi a questo senso di responsabilità, perché ognuno di noi è chiamato a rappresentare l’Associazione sul territorio e deve esserne orgoglioso. Buon compleanno Unasca, buon compleanno ad ognuno di voi, che i prossimi cinquant’anni siano forti e determinanti come gli primi.

Lasciatemi ancora qualche riga di pazienza.
So che lui ci teneva moltissimo.
E molto di quello che faremo per questa celebrazione lo riguarderà. Ciao Otto, dacci una mano sempre. Non sarà mai inutile.

Antonangelo Coni
Presidente Unasca

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...