Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

venerdì 17, agosto 2018

Torna in su

Cima

Nessun commento

Emilia Romagna, intesa autoscuole e Regione per l’educazione stradale

Emilia Romagna, intesa autoscuole e Regione per l’educazione stradale

| il 09, set 2016

Gli interventi previsti nell’ambito dell’Osservatorio regionale per l’educazione alla sicurezza stradale

Legare le autoscuole a questa istituzione è di sicuro un passo molto importante

Nelle scorse settimane è stato ufficialmente firmato il protocollo d’intesa tra Regione Emilia-Romagna e le autoscuole aderenti alle associazioni Unasca e Confarca, che prevede corsi di aggiornamento per gli istruttori di autoscuole sul tema dell’effetto del consumo di alcol e sostanze stupefacenti alla guida, con lezioni tenute da esperti delle Aziende sanitarie, prove pratiche di guida sicura su motorino per gli utenti più giovani e aggiornamenti sul codice della strada per patentati over 65 anni. Gli interventi rientrano nella campagna promossa dall’Osservatorio regionale per l’educazione alla sicurezza stradale. L’Osservatorio, presieduto da Mauro Sorbi, è stato individuato “come referente di promozione, sostegno e verifica degli impegni del Protocollo. – spiega in una nota la Regione – Con l’intesa, la Regione rafforza dunque il proprio impegno puntando in particolare sull’educazione, per accrescere la cultura della sicurezza stradale e raggiungere l’obiettivo europeo del dimezzamento dei decessi sulle strade al 2020”. Il coordinatore regionale autoscuole Unasca Mirco Baraldi, in occasione dell’accordo con le Istituzioni della Regione Emilia-Romagna e in particolare riferendosi alla collaborazione con l’Osservatorio per la sicurezza stradale, aveva affermato: “E’ sempre stato molto attivo e proattivo nell’organizzazione di iniziative e nella comunicazione. Legare le autoscuole a questa istituzione è di sicuro un passo molto importante”.

Nella fotografia: Mirco Baraldi, coordinatore regionale autoscuole Unasca in compagnia di Mauro Sorbi, Presidente dell’Osservatorio regionale per l’educazione alla sicurezza stradale, durante l’incontro a luglio di quest’anno

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...