Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

martedì 19, settembre 2017

Torna in su

Cima

Nessun commento

Accordo politico su infrazioni transfrontaliere

Accordo politico su infrazioni transfrontaliere

| il 16, dic 2014

A livello europeo l’adozione di questa nuova proposta porterà a un’applicazione più efficace, che incoraggia i conducenti a rispettare le norme di sicurezza, e porta ad una rapida riduzione di morti e feriti.

“Per troppo tempo in Europa i conducenti stranieri registrati sono stati in grado di schivare le multe per eccesso di velocità ed altre misure per la sicurezza stradale. Siamo lieti che l’Unione europea sia riuscita a fare un accordo sulle norme riviste in meno di cinque mesi. Questo nuovo sistema si applicherà ora in tutti i 28 Stati membri dell’UE e contribuirà a mantenere le nostre strade più sicure”. Così Antonio Avenoso, Direttore del Consiglio europeo per la sicurezza dei Trasporti (ETSC) ha commentato il nuovo accordo politico informale raggiunto l’11 dicembre scorso, relativo alle norme riviste per consentire l’applicazione dei provvedimenti sulle infrazioni stradali, come ad esempio per eccesso di velocità, ai transfrontalieri. La Commissione europea, infatti, ha pubblicato una proposta legislativa, rivista nel mese di luglio, dopo che la Corte di giustizia europea aveva stabilito, con una sentenza di maggio, che le regole esistenti sono state adottate su una base giuridica errata.


Un conducente su cinque si è potuto sottrarre al procedimento penale per reati come l’eccesso di velocità, perché loro, o i loro veicoli, erano di un altro paese

L’accordo informale dovrà ora essere approvato dal Consiglio e dal Parlamento nel suo insieme. “E’ sempre stato ingiusto e insoddisfacente che ben uno su cinque conducenti abbia potuto sottrarsi al procedimento penale per reati come l’eccesso di velocità, perché loro, o i loro veicoli, sono di un altro paese – dichiara Ruth Purdie, Segretario della Rete europea di Polizia Stradale (TISPOL) – A livello europeo l’adozione di questa nuova proposta porterà a un’applicazione più efficace, che incoraggia i conducenti a rispettare le norme di sicurezza, e porta ad una rapida riduzione di morti e feriti. Condividiamo la gioia di ETSC e ci congratuliamo con l’Unione europea che ha saputo riconoscere l’importanza di concludere un accordo accettabile per tutti gli Stati membri”.

Clicca qui per leggere l’articolo originale

Clicca qui per leggere il comunicato stampa del Parlamento europeo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...