Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

lunedì 25, settembre 2017

Torna in su

Cima

Nessun commento

Feltre: revisioni fasulle, indagato il titolare di un Centro specializzato

Feltre: revisioni fasulle, indagato il titolare di un Centro specializzato

| il 28, ago 2017

La polizia stradale di Feltre stana un centro specializzato della zona che rilasciava revisioni false, anche nel caso i mezzi non fossero idonei alla circolazione.

Revisioni facili e fasulle: questa volta succede a Feltre, dove un Centro revisioni ha falsamente certificato la circolazione di due autocarri che in realtà non avevano i requisiti minimi di sicurezza. Il centro era già finito nei guai nel 2012 per un fatto analogo che aveva portato alla condanna e alla sospensione del titolare che attualmente è indagato malgrado si affidi a un tecnico per le revisioni destinato presto ad essere sospeso pure lui. Secondo le indagini della Polizia di Feltre è stato proprio stato il meccanico titolare del centro revisioni, che si era rifiutato di fare passare la revisione ai due vecchi veicoli, che si è accorto poco dopo che gli stessi avevano superato la revisione in un altro centro. Impossibile vista la mole dei lavori che sarebbero stati necessari per renderli nuovamente sicuri. Così, questo meccanico si è rivolto al distaccamento di Feltre della polizia stradale per segnalare l’anomalia.

Si parla di due vecchi veicoli – una Land Rover e un Fiat Doblò di proprietà di privati – immatricolati come autocarri. Il 19 luglio il meccanico di fiducia dei proprietari porta i due veicoli al Centro revisione che poi farà la segnalazione alla polizia stradale. La situazione è pessima. In ordine sparso vengono segnalati: perdita di olio dal motore e dalla scatola dello sterzo, un cristallo anteriore seriamente danneggiato, pneumatici con indici di carico sbagliato, ruggine che ha intaccato gli attacchi della scocca, una marmitta modificata. Lavori di riparazione che portano via ore se non giorni per reperire i pezzi di ricambio necessari. Il meccanico che ha portato i veicoli incassa il no del collega e senza sembrare troppo preoccupato prende e se ne va. Poco dopo, il titolare del Centro revisione, insospettito dall’atteggiamento del meccanico, va a controllare nella banca dati telematica e meravigliato trova entrambi i veicoli freschi di revisione approvata. I veicoli vengono sottoposti ad ulteriori esami che danno un esito incontrovertibile: la revisione è fasulla.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...