Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

venerdì 24, novembre 2017

Torna in su

Cima

Nessun commento

Autoscuole: continua l’impegno sul territorio

Autoscuole: continua l’impegno sul territorio

| il 03, giu 2014

Venerdì 30 maggio 2014, presso il Consorzio CIAR a San Benedetto del Tronto, si è svolto il convegno regionale delle Marche.

Una sessantina di presenti, in una aula affollata, hanno ascoltato la relazione introduttiva del Segretario Nazionale Autoscuole Emilio Patella, dopo il saluto del Coordinatore regionale delle Marche, Nicola Spaccasassi. E’ poi intervenuto Davide Falteri, componente della Segreteria nazionale, che ha spiegato le nuove norme relative alla Carta di Qualificazione del Conducente. Era presente alla riunione il Direttore della Motorizzazione di Ascoli Piceno, Ing. Roberto Danieli, che ha portato il proprio contributo.

Il Segretario Nazionale ha preannunciato che nel prossimo Consiglio nazionale autoscuole verrà approvato il codice deontologico.

Vivace il dibattito scaturito, sulle proposte da presentare al Ministro dei Trasporti, sulla necessità di maggiori controlli e di comportamenti corretti tra colleghi. A questo proposito, il Segretario nazionale ha preannunciato che nel prossimo Consiglio nazionale autoscuole verrà approvato il codice deontologico. Sabato 31 maggio 2014, nel pomeriggio, si è replicato a Firenze. Si è svolto infatti il Convegno regionale della Toscana, organizzato dal Coordinatore Giampaolo Nannini. Alla presenza di oltre 50 colleghi, sono intervenuti il dottor Francesco Foresta del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, e il Segretario Nazionale Emilio Patella.

Di particolare interesse è stata la relazione del dottor Foresta “Evoluzione normativa delle autoscuole”, con la puntualizzazione della figura e della responsabilità del titolare di autoscuola. Il Segretario Nazionale Patella ha replicato sottolineando che il quadro normativo è in continua evoluzione e che potrebbe essere modificato, sulla spinta della direttiva servizi e del garante della concorrenza. Molte anche le domande sulla Carta di Qualificazione del Conducente, in particolare sulle diverse interpretazioni circa la “comunicazione dei corsi e l’entrata in vigore del decreto”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...