Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

domenica 19, agosto 2018

Torna in su

Cima

Nessun commento

La seconda rivoluzione dei garofani

La seconda rivoluzione dei garofani

| il 22, apr 2014

In Portogallo, dal 1° Gennaio 2014 sono entrate in vigore più di sessanta novità nel Código da Estrada

Il Portogallo e l’Italia hanno in comune diverse cose.

Entrambi hanno un passato glorioso, condividono il 25 Aprile come festa della Liberazione nazionale, combattono contro una crisi ed un’Europa che li mette quotidianamente alla prova, se non alla sbarra. Anche sulla penisola iberica c’è voglia di cambiamento, e questo, come tante altre rivoluzioni, comincia dalla strada.

Dal 1° Gennaio 2014 sono entrate in vigore più di sessanta novità nel Código da Estrada. Tra le più importanti, il comportamento corretto da tenere negli incroci con circolazione rotatoria, che si è lasciato dietro una profonda scia polemiche.

 

Tra le novità più importanti, il comportamento corretto da tenere negli incroci con circolazione rotatoria, che si è lasciato dietro una profonda scia di polemiche

Le criticate modifiche al Código da Estrada sanciscono che negli incroci con circolazione rotatoria (salvo casi particolari come i veicoli sprovvisti i motore) si debba occupare la corsia di destra solo per l’uscita imminente. Il comportamento negli incroci con circolazione rotatoria è un annoso problema anche in Italia. Tante interpretazioni e situazioni differenti: precedenza a destra, segnali di precedenza, una, due o tre corsie.

Unasca ci prova e a breve pubblicherà un testo dove si spiegherà ai cittadini la posizione corretta da tenere, nonché l’ordine di passaggio. Altre interessanti modifiche sono state apportate a beneficio dei ciclisti, che sicuramente hanno guadagnato in sicurezza. In alcuni casi, infatti, sarà loro consentito transitare sui marciapiedi o circolare appaiati (massimo due) senza creare pericolo o intralcio. Avranno la precedenza sugli attraversamenti ciclabili e soprattutto saranno maggiormente tutelati dal rispetto di almeno 1,5 metri di distanza laterale di sicurezza, in caso dovessero essere superati da veicoli a motore.

Un’altra rilevante novità è l’abbassamento del tasso alcolico tollerato per i neopatentati (i primi 3 anni) e i conducenti professionisti (inclusi anche i tassisti): da 0,5 a 0,2 g/l nel sangue. Degna di nota, una bizzarra novità: si potrà parlare al telefono cellulare mentre si guida, solo se il dispositivo è dotato di un unico auricolare. Qualora il conducente dovesse utilizzare una cuffia di un dispositivo munito di due auricolari, è assoggettato ad una multa che varia da 120 a 600 €.

Di Manuel Picardi

Pubblicato sul numero 04/2014 del magazine Il Tergicristallo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...