Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

lunedì 10, dicembre 2018

Torna in su

Cima

Nessun commento

Roma: seminario con il Viceministro Riccardo Nencini: “Trasporto e Mobilità, quale futuro per il settore”

Roma: seminario con il Viceministro Riccardo Nencini: “Trasporto e Mobilità, quale futuro per il settore”

| il 22, feb 2017

Si è svolto ieri mattina presso la sala giunta della Camera di Commercio di Roma il seminario organizzato dalla Fondazione EYU dal titolo “Trasporto e Mobilità, quale futuro per il settore”.

Sono intervenuti il vice ministro dei trasporti Riccardo Nencini, il direttore generale della Motorizzazione Civile architetto Maurizio Vitelli, e l’associazione di categoria più rappresentativa del settore, ovvero l’Unasca rappresentata dal presidente Antonangelo Coni e dai segretari nazionali Yvonne Guarnerio ed Emilio Patella, rispettivamente per gli studi di consulenza automobilistica e per le autoscuole.

La riforma della Pubblica Amministrazione, ed in particolare del sistema auto, è stato un punto importante dell’incontro, con la conferma dell’arrivo del foglio unico di circolazione e l’impegno di lavorare congiuntamente per la parte attuativa. Sull’argomento Yvonne Guarnerio, segretario nazionale studi di consulenza Unasca, ha ribadito la necessità che la riforma venga approvata, e che venga stabilito con chiarezza in questo nuovo scenario il ruolo del PRA come Conservatoria, come recentemente segnalato dall’Antitrust.

Più complesso l’iter per il Codice della Strada, argomento proposto da Emilio Patella, segretario nazionale Autoscuole Unasca, che ha ribadito la necessità di avere al più presto il nuovo Codice della Strada. “Sarebbe colpevole” ha dichiarato il vice ministro Nencini “non chiudere il lavoro sul Codice della Strada entro questa legislatura”. Il punto è che il mondo della mobilità sta cambiando: auto sempre più tecnologiche, ma soprattutto esigenze sempre più complesse delle nostre città. In chiusura, l’appello del vice ministro Nencini ad Unasca: “Nelle autoscuole dovete far studiare l’omicidio stradale, è importante e necessario”. Appello raccolto da Unasca che porterà nei prossimi mesi un progetto di formazione che riguarderà i nuovi guidatori e le periferie cittadine.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...