Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

domenica 24, settembre 2017

Torna in su

Cima

Nessun commento

Una nuova luce

Una nuova luce

| il 18, nov 2016

Yvonne Guarnerio è il nuovo Segretario Nazionale Studi di Consulenza, la prima donna in 50 anni di storia.

Sono molte le considerazioni da fare, dopo il consiglio nazionale che ho presieduto e che ha visto l’elezione di Yvonne Guarnerio a Segretario nazionale per il settore studi di consulenza.

Innanzitutto lei, Yvonne: ha scelto di presentarsi nonostante la consapevolezza di dover raccogliere un testimone non facile: dall’eredità di Ottorino Pignoloni, al fardello di una situazione politico/istituzionale non semplice. Chapeau, come si dice, perché non sarebbe giusto nei suoi confronti e nei nostri confronti dare questa scelta per scontata. Una decisione maturata nei mesi di interim del suo mandato, e presa anche grazie al suo grande senso di responsabilità e coadiuvata dalla squadra, di cui era parte integrante, che si è messa a totale disposizione del progetto.

Una responsabilità che Yvonne ha palesato durante il suo discorso di presentazione alla folta platea dei delegati, e una responsabilità manifestata anche nella scelta di non affidarsi a un voto plebiscitario, nonostante fosse il solo candidato, ma seguendo la strada canonica dell’urna per non dare spazio ad alcun alibi.

Yvonne Guarnerio non è stata però solo acclamata, ma è stata scelta. Oltre il 90 per cento dei presenti si sono presi la responsabiltà di dare al nuovo Segretario nazionale la forza per rappresentare una categoria che oggi necessita di una guida sicura, e di una linea politica forte e chiara. E questa è, e sarà, Yvonne per il settore, ma se mi permettete per tutta l’Associazione. Il nostro Segretario rappresenta anche un punto di rottura che sa di nuovo: la prima donna alla guida di Unasca. A dimostrazione che la nostra Associazione, al di là delle parole, è capace nei fatti di interrogarsi sulle scelte migliori, superando quelle incertezze e quelle perplessità che non possono più sussistere in una società moderna. L’Unasca è proiettata verso nuovi obiettivi, guidata da una luce brillante che, ne sono certo, saprà dare nuova linfa alla nostra azione quotidiana. Oggi torniamo alla normalità più forti, più uniti, più famiglia.

Sarà più bello affrontare l’anno del Cinquantesimo sotto questa luce!

Antonangelo Coni
Presidente Unasca

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...