Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

lunedì 24, settembre 2018

Torna in su

Cima

Un commento

UNASCA aderisce al progetto “Sulla buona strada”

UNASCA aderisce al progetto “Sulla buona strada”

| il 25, mar 2016

L’edizione 2016 della campagna per la sicurezza stradale

È partita il 22 marzo la nuova edizione della campagna di comunicazione e sensibilizzazione sulla sicurezza stradale “Sulla buona strada” (#sullabuonastrada) promossa dalla Direzione Generale per la Sicurezza Stradale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, rivolta a tutti i guidatori e agli utenti della strada, alla quale aderisce anche Unasca.

La campagna 2016, dopo le edizioni del 2009-2010 e 2013, si focalizza ora, a ridosso degli spostamenti dovuti agli esodi pasquali, su cinque messaggi con altrettanti spot, incentrati su alcune delle principali cause di incidente stradale mortale: cinture anteriori e posteriori non allacciate, uso del telefonino alla guida, velocità e mancanza di attenzione agli altri utenti della strada, mancato uso del seggiolino per bambini, mancato uso delle luci in bicicletta.

“Mettersi per strada è una cosa seria – ha affermato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio – Le cause di incidenti mortali sono principalmente legate ai comportamenti personali. Quando ci mettiamo alla guida di un’auto o di altri mezzi, siamo tutti chiamati alla responsabilità verso la nostra vita e quella degli altri. Il rispetto di misure semplici, ma obbligatorie, come l’utilizzo di cinture posteriori e anteriori o del seggiolino per i bambini, contribuirebbe in modo importante alla salvezza di vite umane.”

Il claim della campagna, “tornare indietro è impossibile: resta sulla buona strada”, ha infatti l’obiettivo di mantenere alto il livello di attenzione sul tema, informando sui rischi legati alla poca consapevolezza mentre si è alla guida, e rimarcando l’importanza del rispetto delle norme del Codice della Strada.

La campagna viene veicolata attraverso il sito internet del MIT, il profilo Twitter del Ministero, con l’hashtag #sullabuonastrada, e la pagina Facebook dedicata (facebook.com/mit.gov.it).

Mettersi per strada è una cosa seria. Le cause di incidenti mortali sono principalmente legate ai comportamenti personali. Quando ci mettiamo alla guida di un’auto o di altri mezzi, siamo tutti chiamati alla responsabilità verso la nostra vita e quella degli altri.

 

sulla buona strada2

1 Comment on UNASCA aderisce al progetto “Sulla buona strada”

stefania said : Guest Jan 29, 2017 at 11:46 PM

Spot penosi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...