Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

sabato 4, dicembre 2021

Torna in su

Cima

Nessun commento

Al riparo dai rischi della professione

Al riparo dai rischi della professione

| il 24, mar 2014

A partire da Gennaio, Autoscuole e Agenzie UNASCA possono aderire alla Nuova Polizza RC Professionale con un listino di assoluto privilegio.

In tempi di contrazione economica e con un contesto professionale sempre più complesso, aumentano le richieste di risarcimento a seguito di errori nell’esercizio quotidiano. L’imprenditore moderno non può più fare a meno di una RC Professionale. Ricevere una richiesta di risarcimento non è un caso sporadico ed eccezionale, ma qualcosa che può accadere a chiunque svolga un’attività professionale. Far fronte a una richiesta economica importante, spesso, può mettere a repentaglio il patrimonio personale. Il numero di contenziosi cresce ogni giorno: il cittadino, l’utente, il consumatore sono sempre più consapevoli dei propri diritti; i media fanno da cassa di risonanza, spesso acuendo la gravità di fatti ed eventi.

In aggiunta, per l’attività di autoscuola, l’introduzione delle guide obbligatorie e il conseguente problema delle esercitazioni con le moto ha incrementato i rischi che corre il titolare. Ma cosa intendiamo per responsabilità? Il codice civile, all’art. 2043 definisce la responsabilità per fatto illecito: «qualunque fatto doloso o colposo che cagioni ad altri un danno ingiusto, obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire il danno». Da qui parte tutto: qualunque  fatto, non importa se intenzionale, che vada a ledere un diritto tutelato dalla legge, genera un’obbligazione per il responsabile del fatto stesso.

La responsabilità è solo dell’istruttore o anche del titolare che rappresenta l’autoscuola?  Esistono alcune responsabilità che impegnano anche chi non ha commesso direttamente un fatto da cui scaturisce un danno a terzi: è proprio il caso dell’istruttore o del datore di lavoro. Per analizzare quali rischi corre l’istruttore e l’autoscuola, sono stati analizzati i principali compiti: istruire l’allievo nella tecnica di guida, vigilare sulla marcia del veicolo e intervenire tempestivamente in caso di necessità. Di rilievo è che tanto la scelta del luogo quanto la vigilanza vanno commisurati al grado di esperienza e capacità dell’allievo. L’istruttore ha responsabilità quando dà comandi avventati o addirittura errati, oppure non interviene o interviene in ritardo e male. Sicuramente, però, sarà ritenuto solidalmente responsabile per il risarcimento dei danni, a meno che non provi di non aver potuto impedire il fatto.

La sostanza è che, anche lavorando con diligenza e professionalità, si può incappare in una disavventura – non prevista – che può mettere a repentaglio il patrimonio e la propria azienda (si pensi alla possibile entità di un sinistro con una grave menomazione). Sermetra Assistance, agenzia plurimandataria del Gruppo, ha messo a punto un prodotto assicurativo unico, pensato sia per le Autoscuole che per le Agenzie. Una Polizza di Responsabilità Civile Professionale che copre tutti i rischi dell’attività e che può essere attivata, con un singolo premio, per entrambe le professioni.

La Polizza RC Professionale include molte coperture: dallo smarrimento documenti, alla diffamazione, dalle azioni fraudolente del dipendente alle spese di ripristino reputazionale e agli oneri di difesa. Un compendio di protezioni, indispensabile per operare al riparo da eventuali errori. Nel caso dell’Agenzia, sono coperti anche l’Autentica di Firma, il Trasporto Merci e la Nautica. Nel caso dell’Autoscuola, tutti i possibili rischi, compreso quello delle esercitazioni moto.

La copertura è calcolata in regime di Claims Made:  il momento della prima richiesta di risarcimento deve avvenire nel periodo di vigenza del contratto. Ma la cosa più importante è il periodo di retroattività: la Polizza copre infatti le richieste di risarcimento che scaturiscano da fatti avvenuti fino a 5 anni prima.

La RC Professionale è emessa da AIG Europ Ltd. Maggiori informazioni sono disponibili all’interno del sito www.sermetranet.it o all’indirizzo infoservizi@sermetra.it.

 Pubblicato sul numero 03/2014 del magazine Il Tergicristallo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...