Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

sabato 24, agosto 2019

Torna in su

Cima

Nessun commento

CONTARSI, PER CONTARE

CONTARSI, PER CONTARE

| il 22, feb 2019

Da più di cinquant’anni rappresentiamo imprenditori e professionisti che agiscono con diligenza e professionalità. Lo facciamo con lealtà e forza tutti i giorni. Ancor più nell’anno del Congresso.

Cara associata e caro associato, l’anno appena concluso, come sempre, è stato molto intenso e certamente non poco faticoso. Il quadro politico e quello istituzionale su cui hanno lavorato le Segreterie nazionali lascia aperte molte discussioni, sulle quali, per prassi e opportunità un presidente né entra né, tantomeno, esprime un giudizio. Ma, lasciatemelo dire con non poco orgoglio, i nostri segretari Yvonne ed Emilio hanno lavorato incessantemente e ottenendo risultati importanti per entrambi i settori.

Si apre l’anno del Congresso, che significa, per tutta l’Associazione, un anno di confronto sui temi più caldi e di attualità per le nostre professioni. Oggi diventa, quindi, ancor più d’attualità il richiamo all’unione di tutte le forze che compongono l’UNASCA: una necessità che ognuno di noi deve avvertire come determinante per l’essenza stessa delle nostre professioni. Noi siamo imprenditori, e ognuno di noi vive la solitudine del proprio mestiere che svolge con diligenza e professionalità. Ma un imprenditore da solo non basta. Non basta a se stesso, e non basta alla categoria che rappresenta. Sembra quasi una banalità, ma affermare che per “contare” bisogna “contarsi” è, oggi più che mai, una estrema necessità.

Chi ha fondato l’UNASCA oltre cinquant’anni fa, ha avuto l’intuizione di porre già nel nome della nostra associazione l’indirizzo determinante di un agire che deve replicarsi anno dopo anno, azione dopo azione, nell’intento di rappresentare un popolo di imprenditori e professionisti senza i quali il mondo della mobilità sarebbe amputato. Questa determinazione deve rimanere principio fondamentale di un agire politico, ma ancora di più deve essere il faro di ogni singolo associato.

L’UNASCA è da sempre un punto di riferimento perché da sempre l’essere uniti rappresenta il modo migliore per “contare”. Il confronto e la discussione rimangono i capisaldi di un modo di essere che ci distingue e ci rafforza. Sempre in un contesto di coerenza e dignità professionale che deve essere rappresentato dalle Segreterie nei luoghi preposti. L’Associazione è viva, UNASCA è viva: perché fatta dalle donne e dagli uomini che quotidianamente si mettono in gioco sia a livello personale che professionale.
Per questo motivo è necessario che tutti i nostri sforzi siano rivolti al rafforzamento della nostra Associazione: unione, deve essere il principio e la strada da seguire.

Il mio augurio, per questo anno congressuale e in generale per tutti noi, è che con maggior coesione e forza ognuno di noi trovi giovamento nel riconoscersi in una grande realtà che da più di cinquant’anni rappresenta i professionisti con lealtà e forza.

Antonangelo Coni
Presidente Unasca

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...