Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

mercoledì 28, settembre 2022

Torna in su

Cima

Nessun commento

3° edizione di Bikers Academy

3° edizione di Bikers Academy

| il 12, mag 2014

Presentata martedì 6 maggio 2014, presso la Camera dei Deputati, la 3° edizione di BIKERS ACADEMY.

Con BIKERS ACADEMY, chi guida uno scooter o una moto non dovrà più scegliere tra praticità e sicurezza perché con il corso facile, gratuito ed integrato nelle lezioni di teoria previste dal codice della strada da oggi si possono conoscere tutte le tecnologie e le buone pratiche comportamentali che consentono di ridurre sensibilmente gli incidenti gravi e fatali.

Con più di 6.000 ragazzi che, in tutta Italia, hanno già ricevuto la Biker Academy Card nelle due edizioni precedenti e 1.200 autoscuole associate UNASCA e CONFARCA aderenti all’iniziativa, la consapevolezza in sella alle due ruote diventa la carta vincente per una vera educazione alla sicurezza.

La categoria dei motociclisti va educata ad una maggiore consapevolezza, ma vanno anche approvate alcune misure dedicate alla sicurezza

“Il progetto BIKERS ACADEMY è uno strumento fondamentale capace di migliorare la sicurezza sulle strade con particolare riferimento ai motociclisti che sono ancora oggi i veri soggetti vulnerabili sulle strade, soprattutto urbane, del nostro Paese” è quanto ha dichiarato l’on. Paolo Gandolfi, componente della Commissione Trasporti della Camera dei deputati e relatore della proposta di riforma del Codice della strada. “La categoria dei motociclisti va certamente educata ad una maggiore consapevolezza, ma vanno anche approvate alcune misure dedicate alla sicurezza di chi si sposta su due ruote come la necessaria evoluzione tecnologica dei mezzi quali l’airbag per le moto per esempio, ma anche l’importanza di proteggersi attraverso un abbigliamento tecnico adeguato e l’adeguamento delle infrastrutture stradali” ha sottolineato Claudio De Viti, direttore del settore moto di Confindustria Ancma (Associazione Nazionale Ciclo Moto Accessori), promotrice del progetto.

Un plauso al progetto BIKERS ACADEMY è arrivato anche da Cesare Galbiati, componente della segreteria nazionale autoscuole Unasca (Unione nazionale autoscuole e studi di consulenza automobilistica), per il quale “è necessario puntare proprio sulla consapevolezza dei ragazzi perché sono loro il nostro bene più prezioso”, e da Paolo Colangelo, presidente di Confarca (Confederazione autoscuole riunite e consulenti), che ha rimarcato come “questa iniziativa ci sta aiutando a far crescere la coscienza dei ragazzi sul problema sicurezza all’interno delle autoscuole, anche se rendere obbligatorie le dotazioni di sicurezza sarebbe un passo ulteriore da compiere”. Per Antonio Lerario, vicepresidente dell’Associazione Vittime della Strada onlus, “BIKERS ACADEMY rappresenta un elemento chiave per creare una cultura e una coscienza verso l’educazione stradale dei nostri ragazzi e la loro sicurezza della quale siamo tutti responsabili”.

L’iniziativa BIKERS ACADEMY, patrocinata dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dalla Presidenza della Camera dei Deputati, dal Senato della Repubblica e dall’Associazione Vittime della Strada Onlus, è realizzata grazie al sostegno di Bosch, Continental, Castrol e Shoei. “Attraverso i pneumatici, che sono l’unico contatto con la strada, la sicurezza continua ad essere da sempre il nostro leitmotiv e siamo contenti di sentire che si parla oggi di consapevolezza” ha sottolineato Carlotta Capurro, marketing manager di Continental, mentre Fabian Osamu Narizuka, manager marketing di Shoei, ha ribadito “che chi va sulle due ruote è un bersaglio facile e deve perciò essere aiutato anche attraverso un dispositivo di sicurezza come il casco, che non deve essere considerato un accessorio di moda”.

Infine, Patrizio Vanessi, presidente di CSE Italia srl, società ideatrice ed organizzatrice del progetto, nel ringraziare gli altri due partner che hanno concorso al progetto, Bosch e Castrol, ha ricordato che “attraverso BIKERS ACADEMY, Bosch contribuisce a diffondere la cultura della sicurezza con la tecnologia ABS 9 Moto, il più piccolo e leggero al mondo, che evita il bloccaggio delle ruote, mentre l’adesione di Castrol, leader mondiale nella produzione di lubrificanti, permette di sensibilizzare le nuove generazioni ad una guida responsabile anche tramite la cura e il mantenimento del motore”.

Tutte le informazioni su BIKERS ACADEMY sono disponibili sul sito www.bikersacademy.it, dove è possibile scaricare i materiali didattici e visualizzare la lista di tutte le 1.200 autoscuole aderenti. Alla fine del corso il partecipante potrà compilare un quiz presso l’autoscuola di riferimento e, rispondendo correttamente alle domande, partecipare al concorso a premi associato ed ottenere l’attestato di frequenza per richiedere i crediti formativi al proprio Istituto Scolastico, mentre per i titolari e gli insegnanti delle autoscuole aderenti al progetto sono riservati dei corsi formativi BIKERS ACADEMY totalmente gratuiti tenuti da consulenti tecnici e specializza. Infine, tra le novità di quest’edizione 2014, saranno realizzati eventi ludico/formativi nelle aule magne di alcune Scuole medie superiori.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...