Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

mercoledì 28, febbraio 2024

Torna in su

Cima

Nessun commento

Auto: il mercato europeo cresce

Auto: il mercato europeo cresce

| il 19, mar 2014

Secondo i dati diffusi  da ACEA, nel complesso dei Paesi dell’Unione europea allargata e dell’EFTA a febbraio le immatricolazioni di auto ammontano a 894.730 unità, il 7,6% in più rispetto allo stesso mese del 2013.

Nei primi due mesi dell’anno, i volumi registrati ammontano a 1.862.597 unità, in rialzo del 6,3% rispetto al primo bimestre 2013. “Per il mercato europeo, si tratta del sesto mese consecutivo in crescita, sebbene i volumi immatricolati siano ancora su livelli bassi, – ha dichiarato Roberto Vavassori, Presidente di ANFIA – ed è incoraggiante vedere che anche i mercati più colpiti dalla crisi sembrano aver superato il peggio per avviarsi verso una lenta ripresa. Tutti e cinque i principali mercati, ad eccezione della Francia, che segna una contrazione dell’1,4% nel mese, riportano un segno positivo: dal +17,8% della Spagna, al +8,6% dell’Italia, +4,3% della Germania e +3% del Regno Unito. 

Occorre sostenere l’industria in questa prima fase di recupero, creando le condizioni adatte per il mantenimento e lo sviluppo dell’innovazione tecnologica e degli investimenti delle imprese, più che mai necessari per affrontare la competizione globale all’indomani della crisi. Per l’Italia, questa politica industriale tocca soprattutto i temi della ricerca e sviluppo, delle misure per favorire e facilitare l’export e della riduzione dei costi dell’energia”. In Italia, le immatricolazioni si attestano a 118.328 unità (+8,6%) registrate nel mese. Nei primi due mesi dell’anno, i volumi immatricolati ammontano a 236.500 unità, con un incremento del 6% rispetto al primo bimestre 2013.

Al rallentamento dell’inflazione contribuisce anche il calo congiunturale dei prezzi dei carburanti, tutti in diminuzione nel mese. 

Secondo l’indagine ISTAT, a febbraio l’indice nazionale dei prezzi al consumo diminuisce dello 0,1% rispetto al mese precedente e dello 0,5% nei confronti di febbraio 2013 (era a +0,7% a gennaio). Al rallentamento dell’inflazione contribuisce anche il calo congiunturale dei prezzi dei carburanti, tutti in diminuzione nel mese. Il prezzo della Benzina diminuisce dello 0,5% rispetto al mese precedente e del 3,6% su base tendenziale (era -0,9% a gennaio). Il prezzo del Gasolio segna un calo su base mensile dello 0,6% e una flessione del 3,4% su base annua (da -2,1% del mese precedente). I prezzi degli Altri carburanti registrano un decremento congiunturale nettamente più marcato (-3,7%) – dovuto al sensibile ribasso del GPL – e mostrano anch’essi un’accentuazione della flessione su base annua (-3,8%, dal -1,4% registrato nel mese di gennaio).  Le marche italiane hanno registrato, in Europa, 59.356 immatricolazioni nel mese (+5,8%). In crescita i marchi Fiat (+5,7%), Lancia/Chrysler (+2,3%) e Jeep (+15,4%). Nel primo bimestre 2014 le immatricolazioni si attestano a 119.354 unità, con un rialzo dell’1,7% rispetto al primo bimestre 2013. Mantengono il segno positivo i marchi Fiat (+1,3%) Lancia/Chrysler (+6,7%) e Jeep (+13%).

page2image27184
page2image27952

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...