Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

lunedì 17, giugno 2019

Torna in su

Cima

Nessun commento

Ecobonus, Dell’Orco: in attesa ok da Corte dei Conti

Ecobonus, Dell’Orco: in attesa ok da Corte dei Conti

| il 02, apr 2019

«Per l’Ecobonus su auto e moto elettriche, siamo in attesa che la Corte dei Conti rimandi al Ministero dello Sviluppo economico il decreto, dopo di che può andare in Gazzetta Ufficiale». Lo ha affermato il Sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti Michele Dell’Orco durante il suo intervento di lunedì 1 aprile al “Punto e Giorno al volante”, sulla web radio di UNASCA.

Sulla riforma del Codice della strada, resta invece un nodo tutto politico tra M5S e Lega sull’innalzamento del limite di velocità a 150 km/h nei tratti autostradali a tre corsie e con asfalto drenante per garantire maggiori condizioni di sicurezza.

«La Commissione trasporti della Camera – ha dichiarato Dell’Orco – ha ripreso un po’ le disposizioni della scorsa Legislatura condivise da quasi tutto il Parlamento. Ci sono una serie di misure in cui si è trovata la quadra di maggioranza da sei mesi, come l’aumento delle sanzioni per chi guida con il cellulare che è una delle più gravi distrazioni che creano incidenti oppure penso anche alla proroga del foglio rosa, quando il candidato non riesce a sostenere tutte e due le prove, con onere finanziario. Oppure anche la regolamentazione della circolazione delle moto elettriche in autostrada. Su tante di queste misure si è trovata la quadra tra Lega e M5S, mentre ora sembra che la Lega si sia un po’ impuntata su questi 150 km/h in autostrada. Per quanto mi riguarda, non mi pare opportuno, se consideriamo gli oltre 3 mila morti l’anno sulle strade italiane».

Un altro tema importante è il Documento unico di circolazione, proposta di vent’anni fa che poi si è troppe volte arenata e che si incrocia oggi con la necessaria maggiore digitalizzaione del nostro Paese.

«Continuano le riunioni tecniche per approfondire il tema. Come si sa, il 1 gennaio 2020 è la data per il Documento unico ma il cronoprogramma già prevede che dal 1 luglio inizi la fase pilota, per chi vorrà partecipare alla sperimentazione, per togliere la carta, tutte pratiche cartacee, e convertire tutto in digitale. Più sarà larga la partecipazione, più grande sarà il feedback sulle problematiche», ha concluso il Sottosegretario Dell’Orco.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...