Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

lunedì 27, giugno 2022

Torna in su

Cima

Nessun commento

Esame patente: difficile per molti stranieri

Esame patente: difficile per molti stranieri

| il 10, gen 2014

La lettera aperta di Maryna Kabakova al Ministro Kyenge. Il rischio illegalità sottolineato anche da Unasca.

Con una lettera aperta al Ministro dell’integrazione Cécile Kyenge, Maryna Kabakova del Laboratorio Democratico di Reggio Emilia denuncia la difficoltà che incontra uno straniero che non conosce l’italiano a superare l’esame teorico della patente. Prima del 2010, i test erano disponibili nelle 7 lingue previste dall’ufficialità idiomatica dell’Onu, ovvero inglese, tedesco, russo, francese, cinese, spagnolo e arabo, mentre la circolare del Ministero dei Trasporti 54436/8.3 del 22 giugno 2010 ha disposto che dal 3 gennaio 2011 i nuovi questionari per il conseguimento della patente A e B fossero tradotti soltanto in tedesco e francese, tenendo conto delle esigenze linguistiche delle comunità dell’Alto Adige e della Valle d’Aosta.

“Mi chiedo se questa scelta del Ministro dei Trasporti dell’epoca – scrive la Kabakova, come riportato dal quotidiano Il Resto del Carlino di Reggio Emilia – non violi la direttiva europea (2000/43) in materia di contrasto alle discriminazioni etnico-razziali”. Inoltre, la normativa prevede che le patenti straniere non convertibili siano valide per la guida in Italia per un anno, come spiega il portale Sicurauto.it. Gli stranieri che non riescono a passare l’esame potrebbero essere tentati dal comprare una licenza di guida.

Mi chiedo se questa scelta del Ministro dei Trasporti dell’epoca non violi la direttiva europea (2000/43) in materia di contrasto alle discriminazioni etnico-razziali”

Il portale Sicurauto.it riporta le dichiarazioni di Emilio Patella, Segretario Nazionale Autoscuole Unasca: “Siamo molto attivi sul fronte qualità e legalità dei servizi delle autoscuole, con campagne e progetti concreti di informazione e formazione, ma la collaborazione con le Istituzioni è necessaria”, ricordando che “l’Unasca chiede, al Ministero dei Trasporti, controlli ancora più serrati, mirati e specifici. Verifiche che si facciano anche prima che scoppino casi eclatanti”.

sicurauto.it /stranieri-esame-patente-il-guaio-della-lingua

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...