Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

lunedì 21, ottobre 2019

Torna in su

Cima

Nessun commento

Federcarrozzieri: petizione contro disegno di legge RCA

Federcarrozzieri: petizione contro disegno di legge RCA

| il 25, feb 2014

Che fine farà l’art. 8 del Decreto Destinazione Italia? Che cosa sceglierà di fare il Governo di Matteo Renzi rispetto alla riforma della RCA?

Federcarrozzieri invita carrozzieri e automobilisti a firmare una petizione contro il disegno di legge RCA. Lo si può fare in due modi: o firmando un modulo che si trova in una carrozzeria indipendente (non convenzionata con le Assicurazioni) o su Internet gratuitamente.  A fine dicembre, infatti, il Governo Letta emana il decreto Destinazione Italia, che include un articolo 8 rivoluzionario per la RCA. Fortissime le proteste delle sigle della Carta di Bologna (in particolare di Davide Galli, presidente Federcarrozzieri), perché l’articolo 8 lede i diritti degli assicurati e, “anti concorrenziale nonché anti liberista“, rappresenta un regalo alle Assicurazioni: in caso di incidente, l’automobilista viene indirizzato al carrozziere convenzionato, con grave pregiudizio del futuro dei carrozzieri indipendenti. Arriva anche la clamorosa stroncatura dell’articolo 8 da parte della commissione Giustizia, che reputa negativo per i consumatori quelle regole.

Adesso, la palla passa al nuovo presidente del Consiglio, Matteo Renzi: sarà favorevole all’ex articolo 8 del decreto Destinazione Italia e al disegno di legge che fotocopia quell’articolo 8?

A questo punto arriva lo stralcio dell’articolo 8 dal decreto Destinazione Italia. Successivamente il Consiglio dei Ministri propone un disegno di legge che è la fotocopia dell’articolo 8 appena stralciato. Federcarrozzieri ribadisce che, “in caso di incidente, gli automobilisti devono essere liberi di scegliere il carrozziere che vogliono. Se l’assicurato subisce un incidente senza colpa (per esempio, se viene tamponato), ha diritto a scegliere il proprio carrozziere di fiducia, mantenendo il diritto al risarcimento integrale dei danni e alla riparazione a opera d’arte. Non è obbligato ad andare dal carrozziere convenzionato verso cui le Assicurazioni lo spingono“.  Adesso, la palla passa al nuovo presidente del Consiglio, Matteo Renzi: sarà favorevole all’ex articolo 8 del decreto Destinazione Italia e al disegno di legge che fotocopia quell’articolo 8? Oppure prenderà in esame le istanze delle sigle della Carta di Bologna, e quanto chiede Federcarrozzieri?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...