Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

venerdì 26, aprile 2019

Torna in su

Cima

Nessun commento

Ministero: l’applicazione per verificare la propria Rc Auto

Ministero: l’applicazione per verificare la propria Rc Auto

| il 05, feb 2014

La nuova applicazione disponibile sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Chi non è in regola con gli obblighi assicurativi deve provvedere tempestivamente

La nuova applicazione disponibile sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – www.mit.gov.it – e sul portale dell’automobilista – www.ilportaledellautomobilista.it, permette agli automobilisti di verificare, inserendo il numero di targa, se il proprio veicolo, motoveicolo e ciclomotore immatricolato in Italia, è in regola o meno con gli obblighi assicurativi Rc auto.

Si legge nella nota del Ministero:  “Coloro i quali, sapendo di avere in corso un regolare contratto di assicurazione RCA, verifichino che il proprio veicolo non risulta assicurato, sono pregati di contattare subito la propria Compagnia di assicurazione. I cittadini che, volendo utilizzare il proprio veicolo, non sono in regola con gli obblighi assicurativi, sono invitati a provvedere tempestivamente.

Coloro i quali, sapendo di avere in corso un regolare contratto di assicurazione RCA, verifichino che il proprio veicolo non risulta assicurato, sono pregati di contattare subito la propria Compagnia di assicurazione

 

I cittadini inadempienti sono tenuti a regolarizzare la propria posizione assicurativa entro 15 giorni dalla data di pubblicazione del presente comunicato sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e sul Portale dell’Automobilista, scaduti inutilmente i quali si procederà alla trasmissione delle informazioni sui casi di inadempienza al competente Ministero dell’Interno affinché ne vengano informate tutte le forze di polizia e le Prefetture competenti”. La nota, inoltre, ricorda che è vietata la circolazione su strada senza copertura assicurativa RCA e che è prevista la sanzione del pagamento di una somma da € 841 a € 3.366, oltre al sequestro del veicolo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...