Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

lunedì 14, ottobre 2019

Torna in su

Cima

Nessun commento

Pordenone: crescono le auto senza assicurazione

Pordenone: crescono le auto senza assicurazione

| il 11, dic 2014

Quello delle auto prive di assicurazione è un fenomeno in deciso aumento: sempre più, negli ultimi mesi, le contravvenzioni.

Durante i controlli nel ponte dell’Immacolata, la polizia stradale di Spilimbergo ha sequestrato cinque automobili ad altrettanti conducenti (italiani): tre a Zoppola, una a Vajont e una a Casarsa. Erano tutte prive di copertura assicurativa. Tagliando scaduto non da alcuni giorni, ma da mesi. Contestualmente sono scattate multa – 841 euro che diventano 588 in caso di pagamento entro cinque giorni – e fermo amministrativo del veicolo. Crisi? Può darsi, per alcuni. Altri avevano lo smartphone da 600 euro sul sedile, “oggettino” che di sintomi da recessione ha ben poco.

«Attenzione, con la copertura assicurativa non si può scherzare», mette in guardia Plinio Bertolo, assicuratore e vicepresidente del settore Servizi dell’Ascom. In caso di incidente stradale per i morosi di lunga data «non ci sono santi che tengano: la compagnia si rivale sul conducente per il risarcimento dei danni» o “scarica” direttamente la responsabilità. E c’è chi «s’è mangiato anche la casa, per negligenza, chi ha dovuto cedere un quinto di stipendio o pensione per tutta la vita».

Le vittime degli incidenti, invece, «dovranno attendere la liquidazione del danno da parte del fondo della strada, al quale ogni anno le compagnie versano una quota parte». Le assicurazioni, dal canto loro, «hanno un obbligo morale, quello di avvisare i propri clienti della scadenza imminente della polizza. Una mail, una lettera, un sms. Col decreto Bersani non vi sono più obblighi nei confronti di chi disdice il contratto d’assicurazione, ma, per sicurezza, almeno per quel che riguarda noi, una telefonata di verifica ai clienti la facciamo, anche quando sono scaduti i 15 giorni di “mora”». Chi non rinnova la polizza ha l’obbligo di non utilizzare l’auto. Vietata anche la sosta nei parcheggi e comunque in tutte le aree pubbliche. Quello delle auto prive di assicurazione è un fenomeno in deciso aumento: sempre più, negli ultimi mesi, le contravvenzioni.

C’è chi dice di essersi dimenticato, chi di non avere soldi a causa della crisi. Ma le conseguenze, per tutti, restano pesanti. Tornando all’attività della polstrada di Spilimbergo, nel weekend ha rilevato anche cinque incidenti, due con feriti. Due i conducenti ubriachi: un 38enne di Pordenone (2.50 di tasso rispetto allo 0,5 consentito, 10 punti di patente, auto sequestrata e denuncia per guida in stato di ebbrezza) e un 27enne, sempre di Pordenone, che ha però “salvato” l’auto.

C’è chi dice di essersi dimenticato, chi di non avere soldi a causa della crisi. Ma le conseguenze, per tutti, restano pesanti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...