Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

domenica 27, novembre 2022

Torna in su

Cima

Nessun commento

Unasca: allarme sugli istruttori abusivi a Salerno

Unasca: allarme sugli istruttori abusivi a Salerno

| il 20, nov 2014

Il fenomeno rischia di mettere in crisi un indotto economico che offre lavoro a più di 300 famiglie.

L’allarme è stato lanciato dai rappresentanti dei consorzi delle Autoscuole e dal Segretario provinciale Unasca, Francesco Galderisi che dice “Siamo pronti a combattere con tutti i mezzi il fenomeno degli istruttori irregolari. Lo spirito di cooperazione per smascherare gli abusivi è l’unica strada da percorrere per ovviare a certe problematiche”. Nei prossimi giorni, infatti, sarà inviata una lettera alle autorità competenti per denunciare la situazione. Nel frattempo, c’è soddisfazione per la risoluzione in temi record della vicenda degli esami che rischiava di paralizzare l’attività delle scuole guida salernitane. Al contrario delle aspettative l’ufficio provinciale di Salerno, nella persona del suo direttore, ha manifestato la massima collaborazione nei confronti degli operatori del settore e l’auspicio è che si continui su questa rotta. Gli esami saranno assegnati con la collaborazione di altri uffici provinciali: questa la soluzione paventata dall’ingegner Pallini. Alla riunione tenutasi presso la motorizzazione erano presenti i presidenti dei consorzi C.a.r. (Anastasio), Ci. sa. (Marciano) e dell’Agro (La Guardia) oltre che Unasca e Confarca.

“Siamo pronti a combattere con tutti i mezzi il fenomeno degli istruttori irregolari. Lo spirito di cooperazione per smascherare gli abusivi è l’unica strada da percorrere per ovviare a certe problematiche”.

Quasi tutti soddisfatti ed ansiosi di conoscere i piani di lavoro del prossimo anno che vedranno cambiare sostanzialmente le modalità di prenotazione degli esami teorici e pratici per il rilascio delle patenti di guida. Le associazioni di categoria ed i consorzi sperano di poter continuare su questa linea di dialogo, mai ottenuta dall’ufficio provinciale di Salerno negli ultimi anni, e si augurano che anche le sessioni di quiz saranno sufficienti ad accogliere la domanda di tutta la provincia di Salerno.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...