Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

martedì 19, settembre 2017

Torna in su

Cima

Nessun commento

Aggiornamento dei conducenti. Ma a qualcuno interessa?

Aggiornamento dei conducenti. Ma a qualcuno interessa?

Negli ultimi tempi si parla soprattutto del reato di “omicidio stradale” o di “ergastolo della patente”. Pochi invece, e noi siamo tra questi, pensano che sia necessario anche un aggiornamento di coloro che la patente l’hanno conseguita molto tempo orsono

Ogni tanto se ne parla, in particolare all’arrivo della stagione estiva o quando vengono pubblicate, o meglio annunciate, nuove norme, ma poi tutto passa e la questione cade nel dimenticatoio. Negli ultimi tempi sembra che sia anche passata di moda, visto che si parla soprattutto del reato di “omicidio stradale” o di “ergastolo della patente”, proposte importanti e di grande spessore, che giustamente attirano l’attenzione dei media. Pochi invece, e noi siamo tra questi, pensano che sia necessario anche un aggiornamento di coloro che la patente l’hanno conseguita molto tempo orsono e non hanno più avuto occasione di aggiornarsi. D’altra parte lo abbiamo sperimentato con i corsi di formazione periodica della carta di qualificazione del conducente: molti autisti, seppur professionisti della guida, non ricordavano alcune norme o non conoscevano quelle nuove, non tanto quelle specifiche del settore, ma quelle più generali. Per questo motivo Unasca propone da tempo l’introduzione di una norma che preveda un minimo di aggiornamento, poche ore, a costi contenuti e sotto forma di “ focus” o incontri guidati, curati dalle autoscuole e da altre figure professionali (ad esempio psicologi).

Lo abbiamo sperimentato con i corsi di formazione periodica della carta di qualificazione del conducente: molti autisti, seppur professionisti della guida, non ricordavano alcune norme o non conoscevano quelle nuove

Lo abbiamo detto più volte, in vari convegni, al Ministro dei Trasporti e al mondo intero. La cosa curiosa, che testimonia quanto sia antico il dibattito, è che esiste già una norma che lo prevede. Infatti l’articolo 335 del Regolamento di esecuzione del Codice della strada, al comma 15 recita: “Le autoscuole devono altresì effettuare corsi di aggiornamento per i conducenti in relazione all’evolversi della normativa secondo le disposizioni emanate dal ministro dei Trasporti”. Stiamo parlando di una norma del 1993! Per questo motivo le autoscuole Unasca hanno deciso di muovere le acque, organizzando una campagna d’autunno di educazione stradale, rivolta a conducenti patentati, e distribuiranno gratuitamente un libretto di aggiornamento, organizzando, laddove possibile, momenti di incontro, cercando di coinvolgere comuni, province, regioni, comunità, enti e aziende. La campagna prende il nome dal libretto “rinnovaTi” che verrà distribuito in particolare a quanti si rivolgono a noi per rinnovare o duplicare la patente di guida: insieme alla patente rinnoveremo il conducente.
Emilio Patella,
Segretario Autoscuole

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...