Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

mercoledì 26, settembre 2018

Torna in su

Cima

Nessun commento

All’OrioCenter in scena la premiazione del concorso Volvo Truck

All’OrioCenter in scena la premiazione del concorso Volvo Truck

| il 28, mag 2018

Sabato 19 maggio, presso l’OrioCenter, si è svolto un importante evento organizzato da Volvo Truck: la premiazione degli alunni di una scuola elementare di Tiboni, provincia di Brescia, vincitori del concorso organizzato proprio dal grande colosso dei mezzi pesanti finalizzato alla sicurezza stradale. Lo scopo era inventare dei nuovi cartelli sull’attraversamento pedonale, segnaletica fondamentale per rendere i bambini consapevoli nell’attraversamento dell’ambiente strada. Il loro cartello conteneva tre parole chiave; STOP, LOOK & WAVE  che ormai è diventato uno slogan. La premiazione è avvenuta in una sala dell’UCI Cinema, all’interno del centro commerciale.

Alle 10.00 ha fatto gli onori di casa un rappresentate di OrioCenter, poi ha passato la parola ai rappresentati di Volvo Truck e a Giulia Galli, che ha presentato gli ospiti istituzionali presenti in sala. Hanno partecipato i sindaci dei comuni interessati, due alti funzionari della Polizia Stradale e due rappresentanti di Unasca, Rosanna Rampin per Lecco e Antonio Fallarino per Bergamo.

Subito dopo c’è la stata la proiezione di un video animato che racconta la storia di un conducente di un grosso automezzo di nome TIM che i bambini ormai conoscono e invocano. E’ un autista buono ed educato, rispettoso della segnaletica e consapevole dei rischi che i bambini corrono quando attraversano la strada o sono sotto il suo grande autoveicolo o camminano a bordo strada. I responsabili di Volvo Truck facevano notare tutti i sistemi di sicurezza presenti sull’autoveicolo guidato da TIM per evitare rischi ai pedoni e ai bambini, gli specchi retrovisori da cui lui poteva avere una panoramica laterale, quelli anteriori per una visione antistante il veicolo e i sensori per percepire la presenza di utenti deboli davanti alla cabina quando era fermo. Poi hanno mostrato uno spot in cui una bambina, tramite un joystick, pilotava da remoto un grosso automezzo, questo per indicare che sugli automezzi più moderni del gruppo ci sono già dispositivi per la guida autonoma.

I bambini erano elettrizzati, e il loro entusiasmo è aumentato quando sono stati chiamati sul palco per la premiazione con tutte le autorità con un simbolico assegno di cartone da 2.000 euro a cui seguirà quello effettivo.  I bambini avevano tutti il giubbettino ad alta visibilità giallo e un cappellino azzurro con la scritta STOP LOOK&WAVE. Giulia Galli ha invitato sul palco l’”ambasciatrice” di Unasca, Rosanna Rampin, per raccontare le sue impressioni sul segnale vincitore e parlare di educazione e sicurezza stradale, importante sin da piccoli. Il tutto si è poi spostato all’esterno dove i bambini hanno visto da vicino un trattore stradale Volvo e dove è stato allestito un simbolico attraversamento pedonale.  Tutti i piccoli partecipanti sono stati invitati a salire in cabina per vedere com’è fatta, cosa riuscivano a vedere e cosa no e le brandine che hanno esercitato un fascino magnetico su di loro. Chissà che qualcuno di loro da grande non voglia fare il camionista!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...