Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

mercoledì 12, agosto 2020

Torna in su

Cima

Nessun commento

Autoscuole, il Veneto apre alle guide

Autoscuole, il Veneto apre alle guide

| il 09, mag 2020

Il Veneto dice sì alle guide per gli allievi delle autoscuole. Nei chiarimenti pubblicati l’8 maggio all’Ordinanza del 4 maggio scorso del Presidente Luca Zaia, l’Assessore regionale Giampaolo Bottacin nota che se il Decreto del Premier Conte sospende, sì, gli esami di idoneità alla guida, ma «non risulta disporre una sospensione delle iscrizioni agli esami né una sospensione dell’attività di istruzione di guida ai fini del conseguimento dell’idoneità». Quindi è possibile.

«Se vale per il Veneto, vale per tutto il Paese», commenta il Segretario nazionale Autoscuole UNASCA Emilio Patella. Quello che la Regione Veneto aggiunge al DCPM del 26 aprile scorso, è la precauzione da adottare quando si utilizza il veicolo «per attività lavorative (…), considerata la necessità che l’istruttore si trovi al fianco dell’aspirante, è necessario l’uso di mascherina idonea e di guanti o liquidi di igienizzazione delle mani», si legge nei chiarimenti pubblicati nel Bollettino Ufficiale della Regione.

C’è poi un chiarimento anche sulla didattica teorica. Secondo la Regione Veneto «il divieto di e-learning non (è) gerarchicamente superiore a quella dei decreti del Presidente del Consiglio dei ministri, deve ritenersi che il divieto stesso sia legato all’attività di e-learning consistente nella consultazione di video non in diretta streaming, laddove anche l’attività formativa ufficiale come quella scolastica risulta ormai ammessa in tale forma, la quale consente una verifica inequivoca sulla partecipazione diretta e responsabile dell’attività didattica». Insomma, un via libera anche alle lezioni in streaming perché anche la formazione scolastica statale utilizza questo canale.

«Ai colleghi del Veneto – dichiara Emilio Patella – che possono ricominciare a fare le guide per i loro allievi, non posso che raccomandare tutte le precauzioni del caso. Soprattutto, spero che questa lettura del DPCM che dà la Regione Veneto possa sollecitare in senso positivo anche il Ministro Paola De Micheli perché ne possa scaturire una direttiva nazionale. Aggiungo che il nostro mestiere non è portare gente all’esame ma insegnare a guidare. Quindi il nostro lavoro non deve essere condizionato dalla data degli esami. Le guide si possono fare, abbiamo visto. E penso soprattutto a quelle per le moto, dove il distanziamento sociale funziona ancora meglio. La stagione è notoriamente quella del picco di richieste per le patenti A. Dobbiamo tornare a fare formazione subito».

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...