Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

martedì 7, luglio 2020

Torna in su

Cima

Nessun commento

Autoscuole, Siena e Pistoia alla ricerca degli esami di guida

Autoscuole, Siena e Pistoia alla ricerca degli esami di guida

| il 09, giu 2020

Motorizzazione in modalità smart working fino al 31 luglio, autoscuole pronte nel rispetto del protocollo sanitario anti Covid-19. Risultato: Pistoia e Siena attendono le date degli esami, sia di teoria che di guida, con il paradosso che a pochi chilometri di distanza gli esami di teoria riprendono tra il 15 e il 16 giugno o, addirittura, che tra pochi giorni Firenze e Prato ripartiranno, laddove tre anni fa era Pistoia che andava in soccorso del capoluogo con esaminatori del proprio ufficio. Data cruciale, il 12 giugno quando la Direzione della Motorizzazione incontrerà le Organizzazioni sindacali.

«Un migliaio di allievi che attendono l’esame di guida e altrettanti di teoria – spiega il fiduciario delle Autoscuole UNASCA di Pistoia Guglielmo Lavacchi –, nessuna data certa. A questo si aggiunge il rischio che con le ferie del personale della Motorizzazione in agosto i tempi si allunghino ancor di più. Con tutto il disagio che ne segue per i ragazzi. Fino a pochi giorni fa pareva che almeno la data per la teoria fosse stabilita, invece poi non se ne è saputo più nulla. Noi ci giochiamo la credibilità su distanze di 15 chilometri: a Pescia non si fanno esami, ma a Lucca ci sono le date. Pistoia no, Prato sì».

«A Siena, dal 15 e 16 giugno iniziano gli esami di teoria – gli fa eco il Segretario provinciale delle Autoscuole UNASCA di Siena Lorenzo Brocchi – ma con un massimo di 24 allievi divisi in tre turni, separati da un’ora dedicata alla sanificazione dell’aula. Tre sessioni totali al solo mattino, per quattro giorni. Sembrava dovessimo partire almeno con gli esami di guida per le patenti A, poi silenzio radio. Patenti B e le professionali non pervenute. Il nostro timore è che si arrivi così sino al 31 luglio, quando cesserà lo stato di emergenza nazionale e quindi lo smart working. Noi però abbiamo bisogno di certezze. Per esempio risposte certe agli allievi e ai nostri dipendenti».

«L’ennesimo caso di mancanza di collegamento tra piccoli uffici – dichiara il Segretario nazionale Autoscuole UNASCA Emilio Patella – che attendono istruzioni che non servono, perché le direttive ci sono già. Fare esami è un compito istituzionale, e il Ministero ha sancito che dal 20 maggio l’attività è ripresa. Quindi il Ministero non ha altre istruzioni da diramare, ma un monitoraggio sugli uffici periferici che ancora non ripartono».

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...