Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

lunedì 6, aprile 2020

Torna in su

Cima

Nessun commento

COVID-19: DOBBIAMO STARE A CASA!

COVID-19: DOBBIAMO STARE A CASA!

| il 16, mar 2020

Prosegue, come state sentendo dagli Organi di stampa, la cavalcata inesorabile di questa pandemia.

Siamo molto preoccupati in generale, ma in particolare per tutti noi. Abbiamo notizie che alcuni Colleghi purtroppo hanno contratto il virus, gli siamo vicini moralmente, augurando che vada tutto bene, dobbiamo rimanere fiduciosi. Contiamo anche che nel Consiglio dei Ministri, che si dovrebbe tenere questa mattina, oltre agli aiuti alle imprese, vengano concesse le proroghe delle scadenze che abbiamo sollecitato: revisioni, collaudi, rinnovi patente e termini amministrativi.

Stiamo inoltre attendendo da parte delle Istituzioni la risposta sul non portare le pratiche STA presso gli Uffici ACI/PRA e Motorizzazione almeno per questa settimana, auspicando anche oltre.

Come potete ben vedere tutti stanno mettendo in atto ogni accorgimento affinché si possa non incorrere ed evitare situazioni di rischio, pertanto in questo momento vogliamo ribadire a tutti il nostro pensiero:

DOBBIAMO STARE A CASA

Lo sforzo che il Governo ha chiesto a tutti gli italiani non può essere disatteso dalla nostra Associazione che ha sempre fatto proprio il concetto di collaborazione con le Istituzioni a favore e a tutela di tutta la Collettività.

Questa è sicuramente un tipo di collaborazione diversa dalle altre, qui si tratta di vite umane, non di procedure o circolari, si tratta di aiutare il nostro Paese a non sprofondare in una situazione che in tante realtà è già drammatica.

Abbiamo contezza che la maggior parte dei colleghi, specialmente nel profondo nord, dove la situazione è appunto più grave, hanno chiuso la propria attività, noi invitiamo anche tutti coloro che ancora dubitano sul da farsi a intraprendere la scelta della responsabilità nei confronti dell’intera Nazione e nondimeno della propria incolumità. Abbiamo imparato e sentito che a poco servono mascherine, gel o quant’altro per arginare questo virus, il rischio nei contatti con altre persone resta alto. Vogliamo anche sottolineare che la non chiarezza del DPCM 11/3 u.s. potrebbe anche esporci all’ulteriore rischio di un provvedimento penale che in questo caso porta alla conseguenza estrema di sospensione della propria attività, come è avvenuto purtroppo venerdì.

Quattro pratiche da fare in questi giorni non giustificano certamente questi rischi, né tantomeno deve essere un momento per approfittare della situazione e “portare via” il lavoro ai Colleghi. Deve essere un momento non di egoismo/profitto, ma un momento di solidarietà umana.

Siamo sempre stati un’associazione responsabile, sensibile e dobbiamo continuare ad esserlo anche oggi, al fine di ritrovarci più uniti non appena questo “film di fantascienza” arriverà alla scritta “THE END”.

Buona giornata.

Il Segretario Nazionale Studi
Yvonne Guarnerio

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...