Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

domenica 25, luglio 2021

Torna in su

Cima

Nessun commento

Da Treviso a Brescia decine di indagati per patenti truccate

Da Treviso a Brescia decine di indagati per patenti truccate

| il 04, ott 2016

E’ stato smantellato un giro di patenti rilasciate in maniera fraudolenta mediante smartphone, con decine di perquisizioni a carico di indagati delle province di Treviso, Venezia, Bergamo e Brescia.

Sono soprattutto cittadini indiani o pachistani alle prese con grossi problemi di comprensione della lingua italiana, ma anche cittadini “nostrani” sprovvisti dei requisiti culturali minimi per affrontare l’esame per la patente i protagonisti di una super inchiesta che ha permesso di smantellare l’organizzazione che da anni consentiva il conseguimento fraudolento della patente di guida a italiani e stranieri attraverso la falsificazione di centinaia di esami teorici di guida nelle motorizzazioni di Treviso, Padova e Venezia, per un giro d’affari annuo di oltre 600mila euro, circa 2 milioni di euro dal 2013.  Costoro si presentavano nelle aule della motorizzazione civile di Treviso, Venezia, Padova (e in alcuni casi anche Bergamo) per sostenere il test scritto muniti di microtelecamere e microauricolari nascosti, ricevendo a distanza le risposte esatte alle domande proposte per la patente. Ai candidati veniva posizionato sulla pelle un sistema di trasmissione audio/video via smartphone, ma anche microcamere e mini auricolari wireless, opportunamente occultati, che consentivano di trasmettere al suggeritore le immagini che si presentavano davanti, e di ricevere sui micro auricolari le risposte giuste. I provvedimenti sono attualmente in fase di esecuzione da parte della Stradale di Treviso, con l’ausilio di personale del compartimento Polizia stradale per il Veneto e delle sezioni Polizia stradale di Venezia, Vicenza e Bergamo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...