Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

mercoledì 17, ottobre 2018

Torna in su

Cima

Nessun commento

È legge il DDL che introduce il reato di omicidio stradale

È legge il DDL che introduce il reato di omicidio stradale

| il 03, mar 2016

Ieri l’approvazione al Senato

L’Aula del Senato ha votato ieri la fiducia richiesta dal governo per il Ddl che introduce il reato di omicidio stradale e di lesioni stradali, con 149 voti favorevoli, 3 contrari e 15 astenuti. “Per Lorenzo, per Gabriele, per le vittime della strada. Per le loro famiglie – ha scritto il premier Matteo Renzi su twitter – L’omicidio stradale è legge #finalmente. È stata dura ma questa legge è realtà”. L’omicidio stradale diventa quindi un reato penale alzando la pena per i casi in cui la persona responsabile abbia superato i limiti alcolemici consentiti o sia sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, ma non solo. Se l’omicidio è causato da una violazione al Codice della Strada rimane la pena prevista, da 2 a 7 anni. Se la persona responsabile ha un tasso alcolemico superiore agli 0,8 g/l oppure se ha causato l’incidente per eccesso di velocità, guida contromano, infrazioni ai semafori, sorpassi o inversioni a rischio, la pena sale da 5 a 10 anni (da un anno e 6 mesi nel caso di sole lesioni stradali). Se il responsabile dell’incidente mortale ha un tasso alcolemico oltre 1,5 g/l, o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, rischia da 8 a 12 anni (da 3 a 5 anni invece per lesioni stradali gravi e da 4 a 7 anni per lesioni gravissime). Se le vittime sono più di una persona, la pena può aumentare della metà, quindi può arrivare ad una pena massima fino a 18 anni di carcere. Se il conducente fugge dopo l’incidente, la pena aumenta da un terzo a due terzi, e non potrà comunque essere inferiore a 5 anni per l’omicidio e a 3 anni per le lesioni, oltre alle aggravanti per la morte o le lesioni a più persone o se si era alla guida senza patente o senza assicurazione. La pena diminuisce fino alla metà, invece, se l’incidente è avvenuto anche per colpa della vittima. Per i camionisti e gli autisti di autobus, anche se con tasso alcolemico sopra gli 0,8 g/l, si applica l’ipotesi di pena più alta. Per quanto riguarda la revoca della patente, avviene automaticamente in caso di condanna o patteggiamento e si potrà conseguire una nuova patente solo dopo 15 anni, nel caso di omicidio stradale, o di 5, nel caso di lesioni. Nelle ipotesi più gravi sarà possibile conseguire nuovamente la patente soltanto dopo almeno 30 anni dalla revoca.

L’omicidio stradale è legge #finalmente. È stata dura ma questa legge è realtà

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...