Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

sabato 24, agosto 2019

Torna in su

Cima

Nessun commento

Ecopatente: Ester seconda vincitrice, allieva targata UNASCA

Ecopatente: Ester seconda vincitrice, allieva targata UNASCA

| il 05, feb 2019

Seconda, ma solo per estrazione. Ester Lovascio, 18 anni, di Bitonto, è la seconda vincitrice estratta della 9ª edizione del concorso nazionale a premi Ecopatente. Dall’ecosostenibilità allo stile di guida tranquillo e attento, una guida ‘green’ è senza dubbio più sicura. Consumo del carburante, condizioni meteo, corretta manutenzione del veicolo, pressione dei pneumatici, sino all’impatto delle polveri sottili sulla salute di tutti noi, sono alcuni dei temi su cui gli allievi delle autoscuole associate UNASCA e Confarca e gli studenti di circa 500 classi degli istituti superiori in tutta Italia si sono cimentati con un quiz di otto domande. Obiettivo: dimostrare consapevolezza nei ragazzi, ma non solo nei più giovani, dei vantaggi dell’eco drive.

Ester sta conseguendo la patente B nell’autoscuola associata UNASCA “Moretti” di Bitonto, nella Città metropolitana di Bari. Lei è la seconda di due vincitori, il cui nome è stato estratto davanti a un funzionario della Camera di Commercio di Verona dove sono stati inoltre estratti i due vincitori tra gli studenti, abbinati al loro istituto (i corsi Ecopatente valgono infatti come crediti formativi) e, infine, un utente generico, a dimostrazione che anche a chi è già patentato può accrescere le proprie conoscenze sugli stili di guida corretti.

Felicità al quadrato per l’Autoscuola Moretti, perché è la prima volta che un loro allievo vince il concorso Ecopatente e perché l’allievo rende vincitrice anche l’Autoscuola.
«Spetta a noi insegnanti istruttori sensibilizzare gli allievi e far scoprire aspetti sempre più fondamentali dell’ecosostenibilità e della sicurezza stradale», chiosa Raffaele Moretti, titolare e Segretario provinciale delle Autoscuole UNASCA di Bari.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...