Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

giovedì 21, febbraio 2019

Torna in su

Cima

Nessun commento

GUARDIAMO AL MERCATO

GUARDIAMO  AL MERCATO

| il 18, dic 2018

Competere in modo leale, legale e professionale. UNASCA riconosce nel Documento unico uno strumento di vantaggio competitivo per le nostre imprese.

La parola chiave per chiudere l’anno è “mercato”. Lì sta la ragione delle nostre aziende. In altra parte di questo nostro giornale troverete una sintesi dei temi discussi durante il Consiglio nazionale Studi del 24 novembre scorso. Sono tutti temi importanti, a partire, naturalmente, dal Documento unico di circolazione. Qui, invece, voglio soffermarmi su un aspetto che trova nel Documento unico un fattore determinante. Guardiamo perciò all’andamento del mercato in cui ci muoviamo.

Compravendite, importazioni parallele, operazioni tecniche sui veicoli, assistenza al trasporto merci sono settori in cui è maturata la professionalità degli Associati e il legame con la clientela. Sappiamo che le flessioni delle immatricolazioni vanno messe nel conto, a partire dalla frenata del diesel che ormai pare essere strutturale. Ma è qui che dobbiamo diventare consapevoli che il nostro mercato non ha una sola voce, che deve mantenere una pluralità di servizi e che questa si alimenta anche di nuove sfide.
Il mercato in cui noi agiamo deve darsi, si spera, poche regole certe e assicurare opportunità che mettano tutti gli attori in grado di competere per davvero per il benessere delle proprie aziende. UNASCA ha proposto di gestire l’operazione Documento unico con il comune denominatore della legalità: la nostra professionalità si concretizzerà in uno strumento uguale per tutti, che eviterà operazioni non corrette ed elementi di turbativa del mercato.

I dubbi, sempre legittimi, è doveroso dissolverli una volta che si siano chiariti i vantaggi per la professione. Il vantaggio è competere in modo leale tra concorrenti, legale rispetto alla Pubblica amministrazione, professionale rispetto al cliente. In questa fase serve perciò unione di intenti, per tutte le le sfaccettature operative che si presenteranno una volta che il Documento unico sarà in vigore. Ma che costituisca una leva di vantaggio competitivo per gli Studi, deve essere chiaro. Per restare sul mercato.

Con un pensiero alle tante sfide che ci attendono, Vi giungano da parte dell’Associazione i nostri migliori auguri di un Buon Natale e un felice 2019.

Yvonne Guarnerio
Segretario Nazionale Settore Studi di Consulenza

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...