Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

martedì 20, aprile 2021

Torna in su

Cima

Nessun commento

Liguria chiama autoscuole: patto per la sicurezza stradale

Liguria chiama autoscuole: patto per la sicurezza stradale

| il 31, mar 2021

Nuovo patto per la sicurezza stradale per i neopatentati e i giovani liguri. La giunta guidata da Giovanni Toti ha approvato la scorsa settimana un nuovo Protocollo d’Intesa per la prevenzione e formazione sulla sicurezza stradale rivolte in particolare ai giovani. Si tratta di un perfezionamento del protocollo siglato alla fine del 2019, con una importante novità. Oltre alle autoscuole associate a Unasca e a Confarca e oltre all’Ordine degli Psicologi della Liguria, entra in gioco ora INAIL Direzione Regionale Liguria.

Il motivo è presto detto: la Regione Liguria riconosce che gli autoveicoli e i ciclomotori possono essere anche utilizzati a supporto o quali strumenti principali per poter esperire la propria attività lavorativa e che in caso di incidenti accaduti durante lo svolgimento delle proprie mansioni lavorative, si attiva la competenza di INAIL in quanto infortunio sul lavoro. A maggior ragione, dunque, un’iniziativa di educazione alla sicurezza stradale come questa proposta dall’Assessora alle Politiche giovanili e Socio-sanitarie Ilaria Cavo. L’obiettivo sono le persone di età compresa tra i 14 e i 35 anni.

Le parti si propongono di collaborare per offrire moduli formativi o laboratori con l’obiettivo di stimolare nei giovani una corretta percezione del rischio e dei limiti alla guida, sia di natura percettiva che cognitiva ed emotiva, sulla base delle competenze della Psicologia del traffico, incrementando così l’efficacia dei corsi di guida già proposti all’utenza dalle autoscuole, cui si aggiunge un modulo formativo in più mirato alla prevenzione dell’infortunistica sul lavoro.

Le autoscuole che aderiscono all’iniziativa, da parte loro, si impegnano a erogare ai giovani iscritti un’ora di scuola guida gratuita.

(Foto: Pixabay/Mirko Bozzato)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...