Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

mercoledì 28, luglio 2021

Torna in su

Cima

Nessun commento

Patenti nautiche: visite mediche più vicine ai diportisti

Patenti nautiche: visite mediche più vicine ai diportisti

| il 22, mar 2021

Visite mediche di idoneità per le patenti nautiche anche nei gabinetti medici allestiti presso le stesse strutture private delle visite per le patenti di guida: basta un decreto per colmare un vuoto normativo.

Lo chiedono Raffaella Paita, Presidente della Commissione Trasporti della Camera, ed il deputato Luciano Nobili, entrambi componenti di Italia Viva, con una interrogazione al Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili Enrico Giovannini. Una possibilità di avvicinare questo servizio ai diportisti, che è stata sottolineata ai componenti della IX Commissione da Davide Falteri, della Segreteria nazionale Autoscuole e Scuole nautiche di UNASCA.

«Il Codice della Nautica è stato aggiornato nel 2017 – spiegano Paita e Nobili – e tra i procedimenti amministrativi da semplificare c’è proprio la modalità di esecuzione della visita medica indispensabile per il rinnovo ed il conseguimento delle patenti nautiche; si prevede che possa svolgersi, oltre che presso strutture pubbliche, anche nelle sedi private. Per dare esecuzione al provvedimento bisognerebbe però attendere l’approvazione del nuovo regolamento di esecuzione».

«Il Ministero sta predisponendo lo schema di revisione del regolamento – la risposta del Viceministro Alessandro Morelli – nelle more dell’attuazione del regolamento le visite mediche potrebbero essere svolte anche dai privati nei gabinetti medici già conformi».

«Un importante segnale di attenzione per i diportisti – commenta Emilio Patella, Segretario nazionale delle Autoscuole e Scuole nautiche UNASCA – da parte della Presidente Paita e dell’onorevole Nobili con cui troviamo sintonia in Commissione Trasporti. Un modo per moltiplicare la prossimità e la velocità di questo servizio, sia che ci si voglia avvicinare alla patente nautica, sia che la si debba rinnovare. Attendiamo, sulla base della risposta del Viceministro, l’emanazione di un provvedimento che formalizzi quanto dichiarato».

«La campagna di vaccinazione contro il Covid sta cambiando le priorità delle ULSS – aggiunge Davide Falteri – e nelle settimane scorse ci sono stati segnalati parecchi slittamenti se non addirittura annullamenti delle visite mediche già prenotate da diportisti che si rivolgono ai nostri associati per avere un piano B. Le aziende sanitarie informano che per riprenotare le visite per le patenti nautiche occorre attendere almeno un mese. Perciò questo è il momento giusto per accelerare il processo di semplificazione a vantaggio degli utenti. I medici appartenenti a strutture pubbliche, se non già oggi, è probabile che saranno presto impegnati a sostegno delle vaccinazioni sul territorio. Quel che è certo è che il diportismo è una importante valvola di sfogo anche psicologica alle chiusure delle zone rosse e agli spostamenti tra regioni».

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...