Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

martedì 15, ottobre 2019

Torna in su

Cima

Nessun commento

Sicurezza stradale, è il momento delle Nazioni Unite

Sicurezza stradale, è il momento delle Nazioni Unite

| il 16, apr 2019

Dal 6 al 12 maggio prossimi si terrà la quinta Settimana mondiale della sicurezza stradale delle Nazioni Unite. Al grido di “Leadership per la sicurezza stradale” si invitano i leader locali di tutto il mondo a fornire una visione su come potrebbe essere il futuro senza vittime sulle strade e come poter raggiungere questo importante obiettivo.

È palese la necessità di una leadership più forte per far avanzare la sicurezza stradale nei Paesi e nelle comunità di tutto il mondo. È inoltre fondamentale raggiungere gli obiettivi di sicurezza stradale, tra cui l’obiettivo di ridurre le morti e gli incidenti stradali del 50 per cento entro il 2020 e l’obiettivo di fornire accesso a sistemi di trasporto sicuri e accessibili per tutti, entro il 2030.

Se è vero che la leadership è la capacità di influenzare o ispirare le persone a raggiungere un determinato obiettivo, allora per raggiungere gli obiettivi di sicurezza stradale è necessario esercitare un ruolo più forte per ottenere migliori risultati nel campo della sicurezza stradale a livello nazionale e locale. I leader più efficaci, che provengono da tutti i settori della società civile, possono essere le persone che rispettano le regole della sicurezza stradale e decidono di agire per diffondere i propri valori. È importante riconoscere che tutti noi, in quanto individui, possiamo essere leader per la sicurezza stradale. #SpeakUp cioè parlare a voce alta, farsi sentire, è il motto di questa iniziativa che invita a condividere messaggi semplici come “pretendo un viaggio sicuro” o “voglio vivere ancora un giorno”. Messaggi che devono arrivare forti e chiari ai decisori.

Per celebrare la quinta Settimana mondiale della sicurezza stradale delle Nazioni Unite, in questo periodo possiamo anzitutto dare una valutazione dei nostri viaggi per identificare i rischi che si possono incontrare lungo il tragitto, con la consapevolezza che il rischio è sempre di natura molteplice. In secondo luogo, possiamo prendere nota delle nostre richieste ai decisori politici e ai legislatori per impegnarli a rendere più sicure le nostre strade. Per esempio possiamo prendere nota delle strade che non hanno segnaletica adeguata o insufficiente a garantire la sicurezza dei pedoni o dei ciclisti, oppure in cui non si riesce a regolare la velocità entro i limiti, o, infine, la corretta manutenzione delle infrastrutture.

Si possono recuperare tutte le informazioni su come si possa diventare parte attiva dell’evento, leader appunto, e avere chiare informazioni su come identificare chi siano esattamente i decisori politici di riferimento o come formulare correttamente una petizione per segnalare le richieste degli utenti della strada nel sito www.unroadsafetyweek.org

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...