Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

lunedì 14, ottobre 2019

Torna in su

Cima

Nessun commento

Smart Road e veicoli a guida automatizzata, il convegno a Civitanova Marche

Smart Road e veicoli a guida automatizzata, il convegno a Civitanova Marche

| il 22, gen 2019

Che cosa sono le strade intelligenti? che cosa comporta per la privacy dei singoli il massiccio scambio di dati tra veicoli e infrastrutture? quali sono oggi i sistemi di assistenza e correzione della guida per il trasporto delle persone delle merci? quali sono le aspettative dell’opinione pubblica su questi temi?

Smart Road e veicoli a guida automatizzata, con al centro il tema della responsabilità giuridica. È il tema della giornata di studio organizzata dal Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Macerata in collaborazione con UNASCA, che si terrà venerdì 1 febbraio, a Civitanova Marche, nella sala consiliare del Banco Marchigiano Credito Cooperativo, dalle 9 alle 14.

Ricercatori, docenti, tecnici e rappresentanti del Ministero e del mondo accademico daranno un quadro su questi temi aperto anzitutto agli studenti di Giurisprudenza dell’Università di Macerata, ma anche agli insegnanti istruttori delle Autoscuole UNASCA. L’Associazione sarà presente con i saluti istituzionali di Emilio Patella, Segretario nazionale Autoscuole, di Andrea Onori, Vice presidente del Centro Studi Cesare Ferrari e di Manuel Picardi, tra i relatori, Vice presidente di EFA.

«Il tema della guida automatizzata – spiega Patella -, ma che ora è semi-automatizzata, poi via via vedremo in quanto tempo diventerà sempre più automatizzata, è un tema attuale, UNASCA ne sta parlando da qualche anno. Ricordo che i nostri corsi di aggiornamento per insegnanti istruttori, che sono obbligatori in questo periodo, li stiamo svolgendo proprio su questo tema. Un altro aspetto importante è che questo non è un convegno generico, ma un seminario universitario, quindi rivolto anzitutto a studenti di Giurisprudenza dell’Università di Macerata, e aperto anche a tutti quanti vogliano partecipare. Ci saranno perciò anche molti insegnanti istruttori».

Oltre a parlare di tecnologia, si parlerà soprattutto di aspetti giuridici. «Questi veicoli – prosegue Patella – cambieranno le normative e i profili di responsabilità, a partire dal programmatore dei software sino al costruttore e poi al conducente. Ma del conducente, fino a che punto, visto che la sua capacità di intervenire sarà sempre più ridotta? Sono temi che si stanno ponendo oggi le compagnie assicurative, i periti, gli avvocati. Quindi è ora di iniziare a trattarlo».

Un seminario di informazione e di alta formazione su un tema che si pensava fosse il futuro e invece è già il nostro presente. «Di fronte alla lista dei relatori e la loro professionalità, quasi vengono i brividi per importanza e competenza. Pensare che le autoscuole, piccole strutture famigliari che svolgono un lavoro tutto sommato umile ma importante entrino dentro le università in maniera autorevole e siano partner dell’università è per me motivo di grandissimo orgoglio è riconoscimento di una vita professionale spesa al servizio della formazione e credo sia così anche per tanti miei colleghi», conclude Patella.

Per informazioni e iscrizioni, contattare la Sede nazionale UNASCA di Roma.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...