Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

domenica 1, agosto 2021

Torna in su

Cima

Studi di consulenza: in Sardegna necessari rinforzi alla Motorizzazione con 30 persone

Studi di consulenza: in Sardegna necessari rinforzi alla Motorizzazione con 30 persone

| il 02, lug 2021

Sardegna, unica Regione a statuto speciale a non avere ancora ottenuto il trasferimento delle funzioni della Motorizzazione civile. Gli Studi di consulenza automobilistica Unasca avvertono: necessario rinforzo di personale almeno di 30 persone, sicurezza dei veicoli a rischio.

Nei giorni scorsi, il senatore Massimo Ruspandini (Fdi), componente della 8ª Commissione Senato (Lavori pubblici, Comunicazioni) ha presentato un’interrogazione al Ministro delle Infrastrutture e Mobilità sostenibili Enrico Giovannini, nella quale sono evidenziate la necessità di potenziare e salvaguardare gli uffici della Motorizzazione civile in Sardegna nelle province di Cagliari, Sassari, Oristano e Nuoro. In particolare, il senatore Ruspandini sottolinea la carenza di organico in servizio negli uffici provinciali sardi, rispetto all’imponente mole di lavoro da svolgere, con centinaia di pratiche giornaliere relative a rilascio di patenti di guida auto, moto e nautiche, fogli rosa, nuove immatricolazioni e le operazioni tecniche di collaudo e revisione fondamentali per la sicurezza stradale. L’impossibilità di garantire, con regolarità, i servizi della Motorizzazione civile potrebbe causare la chiusura di sedi in Sardegna; con il conseguente rischio di rallentare o, addirittura, bloccare l’attività di operatori delle autoscuole ed agenzie automobilistiche e di far lievitare i costi per gli utenti che si vedranno costretti a recarsi presso altri uffici sull’isola.

«Partiamo dai numeri della Sardegna – dichiara Roberto Coni, coordinatore regionale degli Studi di consulenza automobilistica Unasca – e facciamo un quadro del rapporto tra personale in servizio e i tempi di risposta della Motorizzazione per le operazioni tecniche. Stiamo prenotando questa settimana le revisioni per giugno-luglio 2022. Per i collaudi, che non siano ganci traino o la sostituzione delle bombole, siamo a giugno 2022. A Cagliari abbiamo avuto 18 pensionamenti, a Nuoro lo sportello apre una sola volta a settimana».

Infine, Ruspandini, nella sua interrogazione, ricorda che il 12 settembre 2019, il Consiglio regionale ha approvato una mozione che impegnava presidente e Giunta regionale a sollecitare il Ministero ad attivare la mobilità del personale da altri uffici in rinforzo alle motorizzazioni civili di Cagliari, Oristano, Nuoro e Sassari, e attivare le procedure per ottenere dallo Stato il trasferimento alla Regione Sardegna di tutte le funzioni facenti capo alla Motorizzazione civile. Situazione, dopo 20 mesi, rimasta invariata.

«Unasca – conclude Coni – non entra nel merito delle scelte politiche di riordino della struttura in capo alla Regione, quel che è importante è che si sblocchino velocemente le assunzioni di personale e togliere qualsiasi alibi dovuto a risorse insufficienti che provochino ulteriori riduzioni dei servizi. Va assicurata una più rapida capacità di risposta, quando c’è di mezzo la sicurezza stradale. Per garantirla occorrerebbero almeno 10 persone in più a Cagliari, lo stesso a Sassari e Nuoro».

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...