Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

lunedì 23, maggio 2022

Torna in su

Cima

Nessun commento

Bari: serrato dibattito sul valore dell’Associazione

Bari: serrato dibattito sul valore dell’Associazione

| il 01, lug 2014

Il convegno regionale di Bari di domenica 29 giugno.

In una bella giornata di sole, con il mare a due passi, titolari di autoscuola, direttori e dipendenti della Motorizzazione si sono riuniti presso l’Hotel Parco dei Principi, convocati dal coordinatore regionale Unasca Remo Pavone. È stato l’ultimo dei convegni regionali sul tema “evoluzione normativa delle autoscuole” e anche il più animato, con relatori nazionali e locali, serrato dibattito con il pubblico, partecipazione attiva dei rappresentati del Ministero dei trasporti.

Ha aperto i lavori Remo Pavone, coordinatore regionale autoscuole, sottolineando il valore dell’associazionismo. È poi intervenuto l’ing. Umberto Volpe, direttore della Motorizzazione di Bari e Foggia, rilevando il lavoro sul territorio e esortando la Direzione Generale ad accelerare nell’uso di procedure informatiche che semplifichino la vita ai cittadini e sgravino gli uffici provinciali dal lavoro agli sportelli. La parola è poi passata al Dottor Foresta per la disamina dell’evoluzione delle norme che riguardano le autoscuole, sottolineando il ruolo sociale e certificatorio  che il legislatore ha dato alle stesse, fino ad arrivare alle ultime disposizioni relative alla carta di qualificazione del conducente.

Il Segretario Nazionale Emilio Patella ha illustrato il lavoro svolto da Unasca in questi anni e gli obiettivi che la stessa si prefigge, a partire dalle proposte presentate al Ministro dei Trasporti

Hai poi elencato i problemi che il Ministero dovrà affrontare nei prossimi mesi: quiz informatizzati per patenti AM e patenti superiori, nuove procedure informatiche di accesso agli sportelli, possibile correzione del DM 317, ulteriori decreti in tema di CQC, riforma del Codice della Strada. Il Segretario Nazionale Emilio Patella ha illustrato il lavoro svolto da Unasca in questi anni e gli obiettivi che la stessa si prefigge, a partire dalle proposte presentate al Ministro dei Trasporti: guide certificate per ogni categoria di patente, aggiornamento dei conducenti patentati, defiscalizzazione dei costi relativi alla formazione, riporto dell’esame teorico, superato con esito positivo,  in caso di bocciatura all’esame di guida.

Ha poi ribadito quale è l’atteggiamento che le autoscuole associate debbono avere per affrontare la crisi e il caso degli iscritti: maggiore professionalità, rispetto della legalità e sinergia con i colleghi, perché insieme si forma una “rete” che può offrire all’utenza formazione qualificata, in alternativa a chi cerca di  uccidere” i colleghi abbassando i prezzi oltre il ragionevole, abbassando di conseguenza la qualità. Giovanni Mancini, della segreteria nazionale autoscuole, ha illustrato le statistiche degli esami 2013, sia a livello nazionale che regionale, focalizzando alcune situazioni particolari.

Al dibattito, vivace e con osservazioni precise e puntuali, hanno partecipato,tra gli altri , il direttore della Motorizzazione di Taranto, Ing. Pietro  Marturano, l’Ing. Cassano, della Motorizzazione di Bari.  Al tavolo dei lavori anche l’Ing. Umberto Volpe (Direttore Motorizzazione Bari). Tra i presenti l’Ing. Pietro Marturano (Direttore Motorizzazione Taranto), l’Ing. Francesco Nolè (Direttore Motorizzazione Potenza), l’Ing. Cassano, Sig. Grassi e Sig.ra Scarimbolo (DGT Sud e Sicilia), l’Ing. Doronzo, dott.ssa Conversano e Sig.ra Nardelli (UMC Bari) e i colleghi di Brindisi, Foggia, Taranto, Potenza e Bari.

Il convegno si è concluso alle ore 14, con la promessa di rivedersi per altri momenti di confronto e la possibilità, per molti presenti, di concludere la giornata… al mare.

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...