Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

mercoledì 24, aprile 2019

Torna in su

Cima

Nessun commento

Calabria, Motorizzazione: sintesi a due velocità

Calabria, Motorizzazione: sintesi a due velocità

| il 12, dic 2018

“Nonostante abbia adottato per prima processi innovativi e la stessa digitalizzazione – dichiara Giuseppe Guerrisi, Coordinatore regionale degli Studi UNASCA -, la Motorizzazione negli uffici della Calabria è rimasta agli anni Novanta, come se ancora la documentazione si presentasse allo sportello”. Eppure, la digitalizzazione della Pubblica amministrazione in Italia inizia proprio dalla Motorizzazione a metà anni Ottanta. “Proprio per questo, diventa poco comprensibile richiedere ancora oggi la convalida di un adempimento quando tutto si fa per via telematica, dal duplicato del libretto alla reimmatricolazione., al caricamento di un’anagrafica”, aggiunge Guerrisi.

In questo quadro a due velocità, di tempi ottimi a Reggio per il merci conto e, di contro, con notevoli ritardi a Crotone, “le revisioni – completa il quadro Guerrisi – sono nella media di 60-70 giorni in tutte e cinque le province, per i collaudi, quando c’è la necessità di circolare, si fa ricorso alle richieste in deroga, anche se così cade l’uniformità delle procedure. Infine, per le nazionalizzazioni, ritroviamo la stessa situazione a macchia di leopardo: pratiche evase in due o tre giorni a Crotone, a Cosenza in meno di una settimana, una settimana a Catanzaro per arrivare poi ai 20-25 giorni a Reggio Calabria. Su questa voce in particolare, va riconosciuto che se un tempo era uno degli adempimenti più difficili, oggi con i codici armonizzati potrebbe essere molto più veloce; come Crotone dimostra”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...