Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

venerdì 20, ottobre 2017

Torna in su

Cima

Nessun commento

Oggi la Giornata Europea senza morti sulle strade

Oggi la Giornata Europea senza morti sulle strade

| il 21, set 2017

L’intervista a Paolo Cestra, Presidente di TISPOL

Si chiama EDWARD, European Day Without A Road Death, la giornata europea senza morti sulle strade che si celebra oggi 21 settembre, promossa dal network europeo delle Polizie stradali TISPOL. Abbiamo chiesto a Paolo Cestra, Dirigente della Sezione Polizia Stradale dell’Aquila, nonché Presidente dell’organizzazione internazionale TISPOL, di spiegarci quali sono le attività di questo network e del progetto EDWARD in particolare.

Dottor Cestra, può descriverci l’organizzazione, le caratteristiche e le attività di TISPOL?

TISPOL (EuropeanTraffic Police Network) è una rete di cooperazione tra le Polizie Stradali, nata nel 1996 sotto l’egida dell’Unione Europea, alla quale aderiscono 31 Paesi tra cui tutti i 27+1 Stati Membri oltre alla Svizzera e alla Norvegia, con la Serbia come osservatore.
L’Italia è rappresentata dal 2003 dal Servizio Polizia Stradale del Ministero dell’Interno e dal 1 ottobre 2016 ne ha assunto la presidenza a seguito della mia elezione alla massima carica statutaria, ottenuta all’unanimità, a riconoscimento dello straordinario lavoro che le donne e gli uomini della Specialità quotidianamente svolgono sulle strade del nostro Paese per garantire la migliore sicurezza per la circolazione.
L’Organizzazione sviluppa una attiva cooperazione operativa tra le Polizie Stradali europee per ridurre il numero di vittime della strada e degli incidenti stradali, attraverso operazioni internazionali congiunte di contrasto delle violazioni e campagne “tematiche” in tutta Europa, all’interno di specifiche aree strategiche quali la velocità, il rispetto dei tempi di guida e di riposo per i conducenti professionali, la guida sotto l’influenza di alcool o sostanze stupefacenti, il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta.
Annualmente vengono organizzati diversi seminari di formazione per gli operatori e i funzionari di polizia stradale e nel mese di ottobre di ciascun anno si tiene la Conferenza Internazionale sulla Sicurezza Stradale, con la presenza di numerosissimi esperti del settore e dei più importanti stakeholders europei.
L’obiettivo del Network è quello di elevare gli standard di sicurezza stradale, armonizzando l’attività di prevenzione, informazione e controllo, anche attraverso campagne e operazioni congiunte i cui risultati vengono poi monitorati dal Gruppo Operativo TISPOL e veicolati ai competenti organismi comunitari.
TISPOL nel 2013 è stato formalmente riconosciuto come sottogruppo operativo del LEWP (Gruppo di Applicazione della Legge) della Commissione Europea e partecipa, in qualità di osservatore, ai lavori del LANSEC (Comitato per la Sicurezza dei Trasporti Terrestri) della stessa Commissione.

Tra le varie attività di TISPOL, sicuramente spicca il progetto EDWARD, arrivato alla seconda edizione. Come funziona, chi è coinvolto e quali sono gli obiettivi del progetto?

L’iniziativa denominata “EDWARD” (European Day Without A Road Death) è promossa da “TISPOL” ed è supportata dalla Commissione Europea, inserendosi nel quadro della settimana europea della mobilità, che quest’anno cade dal 16 al 22 settembre.
Tutti gli Stati aderenti al network “TISPOL”, per il secondo anno consecutivo, si sono impegnati a far sì che il 21 settembre2017 possa essere, in tutta Europa, una giornata caratterizzata da zero vittime sulle strade.
L’iniziativa, nata dall’idea della c.d. “vision zero”, persegue l’obiettivo di aumentare la consapevolezza sociale del fenomeno della mortalità ed incidentalità grave sulle strade europee, oggi più che mai in aumento; di richiamare l’attenzione degli utenti della strada sulla necessità di riallinearsi agli obiettivi europei relativi alla riduzione del 50% del numero di vittime sulle strade entro il 2020 e di dimostrare che , con un ampio sostegno da parte della collettività, si può essere in grado di ridurre il numero di vittime e feriti gravi sulle strade europee.
Per ottenere ciò, il 21 settembre 2017 tutte le Forze di Polizia Stradale aderenti a TISPOL hanno predisposto mirati servizi volti alla riduzione delle principali cause di incidentalità, individuabili nella elevata velocità, nel mancato utilizzo dei dispositivi di sicurezza e nell’uso di telefoni cellulari alla guida (principale fonte di distrazione).
L’iniziativa si accompagna allo svolgimento in parallelo di iniziative di prevenzione e sensibilizzazione, rivolte alla collettività, in tutta Europa.
“EDWARD” è compiutamente illustrato alla pagina web: https://projectedward.eu/ e tutti coloro che volessero sostenere la “vision zero” che sottende all’iniziativa possono visitare la predetta pagina web e fare click sul tasto “pledge” (trad. impegno), tramite il quale ciascun utente della strada, inserendo la propria email ed il proprio nome, sottoscrive un impegno morale simbolico a rispettare le regole del Codice della Strada, nell’ottica della riduzione dell’incidentalità.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...