Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

venerdì 7, ottobre 2022

Torna in su

Cima

Europa, la Green Week chiama alla sostenibilità. E le autoscuole che fanno?

Europa, la Green Week chiama alla sostenibilità. E le autoscuole che fanno?

| il 01, giu 2022

La settimana verde dell’Unione Europea che si svolge dal 30 maggio al 5 giugno è l’evento annuale per discutere la politica ambientale europea con i responsabili politici, i principali ambientalisti e le parti interessate dall’Europa e oltre. L’edizione di quest’anno è incentrata sul Green deal europeo, la strategia di crescita sostenibile e trasformativa dell’Ue per un’Europa efficiente sotto il profilo delle risorse e climaticamente neutra entro il 2050.

Il principale evento ibrido del 31 maggio metterà in evidenza tre aspetti importanti della trasformazione: l’economia circolare, l’inquinamento zero e la biodiversità. Per tutta la settimana, gli eventi per i partner si svolgeranno in tutta Europa e oltre. Durante l’edizione dell’anno scorso, la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, ha dichiarato: «È dolorosamente chiaro che l’attività umana ha impatti negativi su altre forme di vita. L’inquinamento sta minacciando la sopravvivenza di oltre un milione di specie vegetali e animali, a terra e in mare. Non possiamo più essere negligenti. Pertanto, siamo determinati ad affrontare questa sfida attraverso il nostro Green deal europeo».

A conclusione dell’evento, il commissario per l’Ambiente, gli oceani e la pesca Virginijus Sinkevičius ha dichiarato: «È stato molto stimolante vedere così tante persone interessate all’inquinamento zero e determinate a lavorare per fornire persone e pianeta più sani. Il nostro compito ora è utilizzare questa energia e trasformarla in un impegno duraturo a beneficio di un pianeta pulito e sano per tutti. L’ambizione di inquinamento zero non è solo una sfida politica o tecnologica. Dobbiamo mobilitare la creatività e l’ingegno in tutta la società, e in particolare nei giovani».

E le autoscuole cosa fanno? Unasca ed Efa sono in prima linea da diversi anni per proporre una mobilità più responsabile, sia in termini di sicurezza, sia in termini di eco sostenibilità. Corsi di introduzione alla mobilità leggera rivolti all’utenza più giovane, con manifestazioni a Torino, Ravenna, Ragusa e tante altre piazze in giro per l’Italia. Corsi di formazione ad hoc rivolti agli istruttori di guida in collaborazione con le case automobilistiche (Nissan e Stellantis) per aggiornare le competenze dei professionisti dell’istruzione alla transizione ecologica.

Ma soprattutto il dogma portato avanti come un mantra: bisogna introdurre una formazione alla guida adeguata alla tecnologia dei veicoli e alle necessità della società contemporanea. Le scuole guida europee non vogliono solo essere uno strumento di supporto al conseguimento della patente. Riconoscono e difendono a denti stretti la loro identità educativa pura che prepara e sensibilizza i conducenti di oggi e di domani a una mobilità più equa e sostenibile.

(Immagina: Unsplash)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Inserisci il tuo nome.

Inserisci la tua mail.

Inserisci il commento.

Loading ...